“Veni…dulcis hospes ánimæ!”

 

 

 

Pentecoste. Vedo i segni dello Spirito divino anche nella nostra comunità: essi ci spingono a sperare! Uno dei titoli più belli con cui la Chiesa invoca oggi lo Spirito è: “Ospite”. Anche nella nostra vita Egli è l’Ospite illustre che non va mai via: quando lo scacciamo col peccato, Egli ritorna con la Confessione, perché quando ci confessiamo, il sacerdote ci dice: “Dio che ha effuso lo Spirito Santo …. ti conceda il perdono e la pace”. E’ l’Ospite illustre della nostra Adorazione perpetua: Egli è accanto a Gesù sull’altare e ad un suo cenno, ispira, fonde, calma, accende, rasserena, inquieta, scuote, da’ pace, crea e ricrea. Si…ad un cenno di Gesù, perché Egli procede non solo dal Padre, ma anche dal Figlio. E’ l’Ospite illustre che svolazza sul nostro fonte battesimale dove Giorgia e Giulia verranno battezzate in questa Pentecoste. E’ l’Ospite illustre del cuore dei nostri piccoli, quando tremano di gioia alla Prima Comunione. E’ l’Ospite illustre del prossimo 27 ottobre quando i nostri ragazzi saranno segnati con olio di letizia. E’ l’Ospite illustre nel cuore delle coppie, preparate al matrimonio e che man mano vanno sciogliendo i loro voti. E’ l’Ospite illustre che accende il cuore di Salvatore, Matej e Peter e gonfia le loro vele verso il sospirato porto del sacerdozio. E’ l’Ospite illustre dei letti di dolore sui quali si piega come il Samaritano sulla strada di Gerico. Vedo i segni dello Spirito ovunque nella nostra comunità, soprattutto nelle famiglie che accolgono la sfida di educare i figli nell’amore; nel coraggio delle coppie che decidono di sposarsi; nei sacerdoti che si spendono; negli adoratori che si effondono; nell’entusiasmo paziente della Caritas; in chi cucina per i poveri e in chi li serve; nella gratuità di chi riceve in segreteria; in chi si batte per la Vita; nella voce di chi proclama la Parola; nelle mani di chi porta Gesù alle membra doloranti della Parrocchia; nell’orgoglio delle MEV; nella disponibilità delle “signore della pesca”; nei sorrisi rumorosi del nostro esercito di ministranti; nei legni profumati dei presepisti; nella grandezza di cuore dei nostri piccoli e dei nostri adolescenti; nella generosità dei catechisti; nell’ilarità dei giovani sui gradini del sagrato; nel corpo piagato del piccolo Francesco ma ancor più nel suo sorriso che si spalanca come la porta di una cattedrale; nella perseveranza dei fratelli del Cammino neocatecumenale; nella bellezza dei fiori preparati; nella semplicità di chi porta la Madonnina di casa in casa; nelle voci di chi canta con gioia; nelle braccia di chi fa vibrare uno strumento; nel silenzio di chi prega per i malati; nei sacrifici di Maria la Sacrestana. Vedo i segni dello Spirito soprattutto in quelle anime pure e generose che nel silenzio e nel nascondimento edificano questa nostra bella Parrocchia. Per questo…staremo oggi tutti insieme a festeggiare… per il pranzo parrocchiale!

Buona Pentecoste!

P. Pasquale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PENTECOSTE 2019

 

 

 

8 GIUGNO – Ore 18.00 VEGLIA DI PENTECOSTE COL PAPA

8 GIUGNO – Ore 20.00 NOTTE DI PENTECOSTE IN ADORAZIONE… IN ATTESA DELLO SPIRITO

9 GIUGNO – Ore 13.00 PRANZO DI PENTECOSTE PER TUTTA LA FAMIGLIA PARROCCHIALE (2° piano) (ognuno porti un primo o un secondo e una bibita.)

9 GIUGNO – Ore 19,30: CHIUSURA DEL TEMPO DI PASQUA

Vespri solenni e Rito di spegnimento del Cero pasquale

10 GIUGNO – Lunedì di Pentecoste: MEMORIA DI MARIA, MADRE DELLA CHIESA

Ore 20,00: ROSARIO MEDITATO e ATTO DI AFFIDAMENTO DELLA PARROCCHIA A MARIA

 

 

 

 

 

 

 

S. ANTONIO 2019

 

10 GIUGNO – Ore 20.30 sul sagrato: SPAGHETTATA DI S. ANTONIO

11 GIUGNO – Ore 20.30 sul sagrato: TORNEO DI BILIARDINO

ATTENZIONE: Quest’anno la distribuzione del pane di S. Antonio avverrà già dalla sera della Vigilia!

 

12 GIUGNO

Ore 18.00: Benedizione del pane e inizio della distribuzione

Ore 18.30: Canto dei Primi Vespri della solennità di S.Antonio

Ore 19.00: S.Messa vigiliare e conclusione della Novena

Ore 19.30: MarAntonina (in via dei Rogazionisti)

Ore 21.00: Spettacolo: direttamente da Made in Sud…Marco Capretti

 

 

 

13 GIUGNO

 

Ore 07.30: Canto delle Lodi

Ore 8 – 9 – 10,30 – 12,00: SS. Messe e distribuzione del Pane di S.Antonio

Ore 17,30: S.Rosario

Ore 18,00: Vespri Solenni e Benedizione Eucaristica

Ore 19,00: Solenne Concelebrazione – presiede il Nunzio emerito Giuseppe Leanza

Ore 20,00: Processione dei Santi Patroni

Ore 21,00: Serata danzante di festa “Sciarabballo”

Ore 23,00: Spettacolo pirotecnico ed Estrazione Lotteria

 

Visitate la Pesca di beneficenza e prendete i biglietti della Lotteria. Grazie!

 

 

 

 

 

 

 

PER VIVERE

L’ANNO EUCARISTICO / 25

     

 

In queste ultime domeniche che ci separano dalla conclusione ufficiale dell’Anno Eucaristico, ospiteremo in questa rubrica, testimonianze anonime di adoratori.

 

 

 

 

 

“Fino a qualche anno fa la mia vita spirituale era pressoché inesistente.

Un giorno, per Grazia di Dio, mi volli confessare ed il Sacerdote mi diede come penitenza un’ora di Adorazione al Santissimo.

Figurarsi, era già tanto se andavo a Messa la Domenica! Ma tant’è obbedii. Sta di fatto che, poco tempo dopo, tornai a confessarmi con una consapevolezza diversa. Raccontai al Sacerdote tutti i peccati da quando ero adolescente, versando calde e copiose lacrime per le offese ed il dolore arrecati al Signore Gesù con i miei numerosi peccati – che finalmente vedevo – ed è iniziata una nuova vita.

Da allora spesso vado a trovare Gesù sia quando è esposto nell’Ostensorio sia quando è nascosto nel Tabernacolo. Quando sto in Adorazione, Lui allevia le mie incertezze, placa l’anima mia, mi dona consiglio, gioia e forza di vivere. Di fronte a Lui sono me stesso, senza infingimenti ed io gli dono la mia attenzione.

Quando sono davanti all’Ostia Santa, spesso penso all’ingegno mirabile che ha avuto Dio per starci vicino e farsi adorare come avviene nella perenne Liturgia del Paradiso.

Allora gioisco perché la mia Adorazione, la mia presenza è gradita a Dio come quella degli angeli e dei santi, io Lo guardo e Lui è libero di spaziare nel mio cuore”.

                                               

Tags: , , , , ,

Lascia un commento