NON PIU’ SCHIAVI MA FRATELLI!

 

 

 

 

sacra famiglia

 

 

 

(…) “Desidero invitare ciascuno, nel proprio ruolo e nelle proprie responsabilità particolari, a operare gesti di fraternità nei confronti di coloro che sono tenuti in stato di asservimento.

Chiediamoci come noi, in quanto comunità o in quanto singoli, ci sentiamo interpellati quando, nella quotidianità, incontriamo o abbiamo a che fare con persone che potrebbero essere vittime del traffico di esseri umani, o quando dobbiamo scegliere se acquistare prodotti che potrebbero ragionevolmente essere stati realizzati attraverso lo sfruttamento di altre persone. Alcuni di noi, per indifferenza, o perché distratti dalle preoccupazioni quotidiane, o per ragioni economiche, chiudono un occhio. Altri, invece, scelgono di fare qualcosa di positivo, di impegnarsi nelle associazioni della società civile o di compiere piccoli gesti quotidiani – questi gesti hanno tanto valore! – come rivolgere una parola, un saluto, un “buongiorno” o un sorriso, che non ci costano niente ma che possono dare speranza, aprire strade, cambiare la vita ad una persona che vive nell’invisibilità, e anche cambiare la nostra vita nel confronto con questa realtà (…).

Lancio un pressante appello a tutti gli uomini e le donne di buona volontà, e a tutti coloro che, da vicino o da lontano, anche ai più alti livelli delle istituzioni, sono testimoni della piaga della schiavitù contemporanea, di non rendersi complici di questo male, di non voltare lo sguardo di fronte alle sofferenze dei loro fratelli e sorelle in umanità, privati della libertà e della dignità, ma di avere il coraggio di toccare la carne sofferente di Cristo, che si rende visibile attraverso i volti innumerevoli di coloro che Egli stesso chiama «questi miei fratelli più piccoli» (Mt 25,40.45).

Sappiamo che Dio chiederà a ciascuno di noi: “Che cosa hai fatto del tuo fratello?” (cfr Gen 4,9-10). La globalizzazione dell’indifferenza, che oggi pesa sulle vite di tante sorelle e di tanti fratelli, chiede a tutti noi di farci artefici di una globalizzazione della solidarietà e della fraternità (…).

(Papa Francesco, dal Messaggio

per la XLVIII Giornata Mondiale della Pace, 1° gennaio 2015)

 

 

————————————————————————————————————————–

 

 

VITA DELLA PARROCCHIA

 

 

 

◊  Oggi, domenica 28 dicembre, è la Festa della Santa famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe. Come ogni anno, durante le Messe, inviteremo le coppie di sposi presenti a rinnovare le promesse matrimoniali.

◊  Il prossimo 31 dicembre alle ore 18,15 siamo invitati a ringraziare il Signore con la celebrazione dei Vespri e il solenne Te Deum di fine anno. Vi aspettiamo numerosi.

◊  La sera del 31 dicembre, la seconda comunità neocatecumenale della Parrocchia ha organizzato nel salone del II piano, una serata di preghiera e di esta per trascorrere cristianamente l’ultimo dell’anno. L’iniziativa è aperta a chiunque voglia partecipare, in particolare a quanti sono soli. La serata inizia alle ore 21,00 e si contribuisce portando qualcosa da condividere per il tradizionale cenone di capodanno.

◊   Il 1° gennaio la messa delle 7,30 è soppressa. La prima Messa della giornata è alle ore 9,00. La Chiesa sarà aperta alle ore 8,00.

◊  Il 1° gennaio si celebra la XLVIII Giornata Mondiale della Pace dal titolo “Non più schiavi ma fratelli“. Preghiamo per la pace, costruiamo la pace, difendiamo la pace, a cominciare dalle nostre piccole relazioni personali e quotidiane.

◊  Il 2 gennaio è il 1° venerdì del mese: come di consueto sarà portata l’Eucaristia ai malati nelle loro case.

◊  Il 3 gennaio, come ogni 1° sabato del mese, alle 18,15 c’è il Rosario con la Novena alla “Madonna che scioglie i nodi“, immagine regalata da Papa Francesco alla nostra Parrocchia. La novena va poi proseguita a casa per altri 8 giorni.

◊   Sono aperte le iscrizioni per la preparazione alla Cresima di giovani/adulti che inizierà il prossimo 15 gennaio e si terrà ogni giovedì alle ore 21.00. Ci si può iscrivere presso uno dei sacerdoti negli orari di ufficio.

 

 

 

 

 ———————————————————————————————————————————-

capodanno-2015

Un Augurio grande di pace

per il nuovo Anno ad ognuno di voi,

alle vostre famiglie, ai vostri piccoli e ai vostri malati.

 

P. Giuseppe

P. Pasquale

P. Paolo

P. Riccardo

P. David

P. Leonardo

Tags: , , , ,

Lascia un commento