La Trinità al tempo del covid

 

 

 

 

 

“A te la nostra lode, o Trinità dolcissima e beata,

         che sempre sgorghi e sempre rifluisci

         nel quieto mare del tuo stesso Amore. Amen”.

 

Buona festa della Trinita’, miei amati….!

 

 

 

 

*  *  *   *   *

*   *   *

 

 

 

LETTERA Ai fedeli PER LA FESTA DI S.ANTONIO 2020

 

Roma, 4 giugno 2020

Carissime sorelle e fratelli della Parrocchia, amici! … oggi 4 giugno inizia tradizionalmente la Novena di S. Antonio di Padova, nostro Patrono, e prima di inviarvi il programma della festa, ho pensato di scrivervi due righe per motivarvi il senso di alcune  scelte e dirvi quanto ho nel cuore.

 

Con gesti di fede…

Quest’anno celebriamo S. Antonio, in tono minore e separato dall’altro Patrono, Sant’Annibale, per i noti motivi che sapete: l’osservanza dei termini di legge circa il distanziamento fisico e le misure di sicurezza. Tuttavia quello che si potrà fare, osservando le disposizioni normative, si farà con tutto il cuore, ad onore di S. Antonio, a gloria di Dio e per il bene spirituale del suo popolo. Perciò vi invito a vivere in maniera ancora più interiore e profonda quest’anno la festa di S. Antonio: la nostra principale ricchezza – l’Eucaristia, la Novena, la pietà verso il Santo – non ci verrà a mancare. Il resto della festa é – o meglio dovrebbe essere – un segno esterno di quanto abbiamo nel cuore, altrimenti diventa solo apparenza ed esibizionismo.

 

Con sobrietà…

Intanto, quest’anno abbiamo separato nella festa i due Patroni perché le misure ci spingono ad una certa sobrietà; infatti, quando leggete “OSTENSIONE DEL SANTO” non è una processione, ma solo il passaggio del carro di S. Antonio, scortato dalla polizia e con la mia presenza, per le vie del Quartiere come segno di benedizione e di speranza per tutte le famiglie del territorio. Già questa, è una grande concessione che ci viene fatta; introdurre un altro carro con altre persone, mi sembrava davvero di chiedere troppo in questa delicata fase del nostro vivere sociale.

 

Con Sant’Annibale…

Sant’Annibale abbiamo cercato in qualche modo di festeggiarlo il Primo Giugno scorso – credo sia uscita una cosa bella grazie a tutti voi – ma vi annunciò già che l’ANNO DI SANT’ANNIBALE sarà prorogato fino al 5 LUGLIO 2021 per permetterci di fare tutto quello che non siamo più riusciti a fare a causa della pandemia, compreso il pellegrinaggio a Messina. Pertanto, al termine dell’Anno di Sant’Annibale faremo per lui una bella processione e una grande festa, considerando anche che abbiamo adesso l’immensa grazia di avere il suo Cuore in mezzo a noi. Sempre in occasione di questo Anno a lui dedicato, vi annuncio con gioia che DOMENICA 28 GIUGNO P.V. ALLE ORE 11 LA S.MESSA DI RAIUNO SARA’ TRASMESSA DALLA NOSTRA CHIESA PARROCCHIALE con uno speciale probabilmente sulla presenza del Cuore di Sant’Annibale. Deo gratias!

 

 

Con gusto…

Tornando alla festa, non ci saranno quest’anno la Pesca e la Lotteria. Anche gli spettacoli all’aperto non si possono fare, onde evitare assembramenti, ma ho ovviato  introducendo due momenti culturali dentro la chiesa, dove i posti sono già contingentati: la proiezione di un bellissimo film su S. Antonio la sera del 12, e un’ omaggio musicale al Santo la sera del 13. Ovviamente i posti massimi in chiesa sono 150 (ci saranno i volontari) … quando saranno finiti… “Amen”… ma non credo proprio che ci saranno  problemi di sovraffollamento.

 

Con speranza…

Quando poi leggete, “OMAGGIO PIROTECNICO” significa che ci saranno i  fuochi ma che non sarà l’apoteosi degli altri anni, anche se conoscendo la devozione di Stefano che li spara, credo che saranno comunque belli. Anche le luminarie come vedrete, sono ridotte al minimo. Non ho voluto rinunciare a questi ultimi due segni di festa,  perché siano la certezza che il Signore e S. Antonio ci sono sempre e mai ci abbandoneranno….insomma voler dare un messaggio di speranza, non certo di esteriorità. Tuttavia ho voluto ridurli al minimo, sia perché l’economia non lo permette – non entrerà quasi nulla quest’anno per la festa –  ma soprattutto come segno di solidarietà con quanti lottano in questo difficile momento, sia da un punto di vista sanitario che economico.

 

Insieme ai poveri…

Anche per questo motivo, ho desiderato che ci fosse comunque la distribuzione del “pane benedetto di S. Antonio”, perché esso dice la nostra ostinata voglia di stare accanto ai poveri…quegli ultimi che S. Antonio difese sino alla fine…come vedrete dal film di Antonello Belluco, “Il guerriero di Dio”. Così infatti è nata la tradizione del “pane di S. Antonio”: da un estremo gesto di carità. Il pane già negli anni scorsi era imbustato dai volontari con i guanti e messo in bustine igieniche; ora i volontari con la mascherina saranno ancora più attenti. Ovviamente la distribuzione quest’anno sarà contingentata in spazi e orari che leggerete dalla locandina e sempre con l’ausilio di volontari per evitare assembramenti. I poveri e S. Antonio sono inscindibili: perciò troverete sempre le ceste nella sua Cappella per deporvi gli alimenti per le famiglie che assistiamo, oppure nel nostro carrello presso la Conad di via Taranto 210. Grazie!

 

Nella fiducia che…

Infine, volevo dirvi che le spese per questo minimo di festa usciranno “nude” dalla cassa parrocchiale che già come sapete, si deve riprendere; ma credo fosse importante fare quanto ho pensato di fare, quale segno di gratitudine e di fiducia nei confronti della Provvidenza e di S. Antonio che mai ci hanno abbandonati. Pertanto confido sempre nella vostra generosità. Grazie!

 

Un abbraccio paterno e grande…

Fratelli, viviamo questa festa con la speranza nel cuore, perché solo la fede, la speranza e l’amore sono i tre pilastri della nostra vita che mai crolleranno, perché Dio stesso  ne è a fondamento!

Buona festa a tutti!      

Il vostro Parroco, P. Pasquale

 

 

 

 

 

PROGRAMMA FESTA SANT’ANTONIO

 

 

 

 

 

Tags: , , , ,

Lascia un commento