Sabato prossimo, 20 ottobre, prende il via l’Adorazione Perpetua nella nostra Parrocchia!

Per iniziare questa bellissima e importante iniziativa la Messa delle 19 sarà celebrata da Mons. Paolo Ricciardi, vescovo ausiliare di Roma. Al termine della celebrazione verrà esposto il SS. per tutta la notte fino alla prima messa della domenica.

Si riprenderà dopo la Messa delle 12 per terminare alle 22 (si interrompe solo per la Messa delle 19).

L’Adorazione perpetua, per il momento, inizierà in maniera non completa, in attesa che ulteriori adesioni e autonomia della Cappella, ci permettano di raggiungere quella definitiva di 24/24 h.

Per adesso, il programma dell’Adorazione perpetua sarà il seguente:

Diurna: dal termine della Messa delle 9 del mattino fino alle 22 (in cappella).

Notturna: dalle 22 del sabato alle 9 della domenica (in chiesa grande).

Domenica: dal termine della Messa delle 12 fino alle 22 (in chiesa grande).

       (si ripone momentaneamente per la Messa delle 19). 

Invitiamo tutti i parrocchiani a donare almeno un’ora al Signore!

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: ,

 

 

 

 

In questi giorni della canonizzazione sono presenti nella nostra Parrocchia, per gentile concessione della Santa Sede alcune vesti appartenute ed usate da Papa Paolo VI durante il suo pontificato. Sicuramente sono un ricordo di un grande Papa e Santo!

 

 

 

Tags: ,

 

 

 

 

 

 

 

“… AFFITTARE UN SICARIO …”

 

 

Carissimi amici,

martedì scorso una ragazza della Parrocchia che fa parte degli “Universitari per la Vita”, un gruppo cattolico che è attivo nel promuovere il valore della vita, è stata aggredita alla Sapienza, insieme ai suoi amici, da un gruppo di studenti. Gli “Universitari per la Vita” organizzano spesso all’Università il cosiddetto “Aperitivo per la vita”: insieme a uno snack la possibilità di riflettere sui diritti dei senza voce, come i bambini nel grembo. E’ un evento pacifico, vissuto col sorriso e nella quiete. Eppure sono stati aggrediti con violenza verbale e fisica. Ma come possono essere diritti autentici, quelli urlati e imposti con violenza?! Donne che ancora oggi ripetono come un mantra di non toccare la legge 194, quando non l’hanno mai letta. Come si può uccidere un essere umano in nome di altri diritti?! Ebbene, l’indomani mi trovavo all’Udienza del Papa per accompagnare degli amici, quando sento con immensa commozione che Francesco nel commentare il 5° comandamento – NON UCCIDERE – dice: “un approccio contraddittorio consente anche la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome della salvaguardia di altri diritti”. E prosegue tuonando: “Ma come può essere terapeutico, civile, o semplicemente umano un atto che sopprime la vita innocente e inerme nel suo sbocciare? ” E poi chiede alla folla presente in piazza: “io vi domando: è giusto “fare fuori” una vita umana per risolvere un problema? E’ giusto affittare un sicario per risolvere un problema?”  E sereno risponde lui stesso: “Non si può, non è giusto “fare fuori” un essere umano, benché piccolo, per risolvere un problema. ” E infine consacra il discorso dicendo: “è come affittare un sicario per risolvere un problema”. Non so se riuscite a capire: ha paragonato l’aborto al meccanismo mafioso di assoldare un sicario per uccidere una persona. Un’affermazione senza precedenti nella storia della Chiesa. Il feto è un essere umano e dunque la sua soppressione è un OMICIDIO! E ancora il Papa aggiunge che l’espressione “interruzione di gravidanza” è solo un modo di dire, perché in verità significa solo una cosa: “far fuori uno direttamente”. Ecco l’immagine terribile del sicario. La mia esperienza in confessionale infatti, è che donne riconciliate con Dio da anni, dopo questo peccato, difficilmente riescono a riconciliarsi veramente con se stesse. A Dio affidiamo le ragazze e le donne che ancora oggi compiono questo crimine, perché forse “non sanno quello che fanno”.  Buona Domenica!         

 Il Parroco

 

 

 

 

 

 

 

 

⇒     San Paolo VI prega per noi

 

Oggi, 14 ottobre, il Papa proclama Santo Paolo VI che visitò la nostra chiesa nel ‘74 e istituì la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni nel ‘64. La S. Sede ci ha fatto dono per questi giorni delle sue reliquie: i paramenti liturgici e i vestiti papali che il Santo indossò. Potete venerarle alla Cappella del Crocifisso. San Paolo VI prega per noi.

 

 

 

⇒   P. Manhal, tanti auguri!

 

Il 18 ottobre è l’Anniversario di Ordinazione Sacerdotale del nostro vice parroco, P. Manhal. Egli celebrerà la Messa di ringraziamento alle ore 19. Auguri P. Manhal!

 

 

 

 

⇒   Riunione per Adorazione perpetua

 

Venerdì 19 ottobre alle ore 19,30 nella Sala S.Annibale si terrà la riunione di tutti coloro che hanno dato la disponibilità per l’Adorazione perpetua e dei responsabili.

 

 

 

 

 

⇒   Inaugurazione dell’adorazione perpetua

 

Sabato 20 ottobre alle ore 19.00, con la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Rev.ma mons. Paolo Ricciardi, vescovo ausiliare di Roma, daremo solenne inizio all’Adorazione perpetua nella nostra Parrocchia. Al termine si esporrà il SS. per tutta la notte fino alla prima Messa del mattino della d.ca. Si riprenderà dopo la Messa delle 12 per terminare alle 22 (si interrompe solo per la Messa delle 19).

 

 

 

⇒   L’Adorazione perpetua inizia non ancora in forma completa, in attesa che ulteriori adesioni e autonomia della Cappella, ci permettano di raggiungere quella definitiva di 24/24 h.

 

 

Per adesso, il programma dell’Adorazione perpetua sarà il seguente:

Diurna: dal termine della Messa delle 9 del mattino fino alle 22 (in cappella).

Notturna: dalle 22 del sabato alle 9 della domenica (in chiesa grande).

Domenica: dal termine della Messa delle 12 fino alle 22 (in chiesa grande).

       (si ripone momentaneamente per la Messa delle 19). 

 

 

 

 

 

OTTAVARIO DEI DEFUNTI

 

Il mese di Novembre si avvicina e con esso il ricordo dei nostri cari defunti. Non avendo la possibilità di celebrare “Messe singole” per tutti i vostri defunti nel mese di novembre, li ricorderemo tutti insieme durante l’Ottavario dei defunti” che per tradizione è dal 1° all’8 novembre alla S. Messa delle 19.  Per iscrivere i propri defunti al Suffragio Eucaristico, occorre compilare la scheda che trovate nei cesti davanti al Cristo Risorto in fondo alla Chiesa, accludere un’offerta e consegnarla in segreteria o in sacrestia o ai sacerdoti.

 

 

 

 

Per vivere  l’Anno Eucaristico

 

 

 

 

 

 

6/ La sede

presidenziale

 

Carissimi, dopo la Missione Eucaristica riprendiamo la conoscenza dei luoghi in cui si realizza il mistero dell’Eucaristia. Dopo l’altare e l’ambone, tocca al terzo luogo più importante del presbiterio che è la sede presidenziale, la sede dove si asside il sacerdote che presiede la celebrazione. La preghiera di benedizione di una sede presidenziale dice: “tu che sei venuto come buon pastore per radunare nell’unico ovile il gregge disperso, nutri i tuoi fedeli e custodiscili sotto la guida del tuo Spirito, per mezzo di coloro che hai scelto come maestri e servitori della verità, perché tutti insieme possano entrare nella gioia dei pascoli eterni. Da questa preghiera certamente emerge il ruolo sacramentale del sacerdote celebrante che presiede la S.Messa, che presiede, non solo celebra, perché tutta l’assemblea che è la Chiesa, è il soggetto celebrante. Già nella prima descrizione che Giustino fa di una celebrazione eucaristica – siamo nel II secolo – è descritto il ruolo di colui che presiede alla frazione del pane, come successore degli apostoli o collaboratore di essi nel ministero. Dalla preghiera emergono alcune verità sul sacerdozio ministeriale di chi guida e presiede: innanzitutto il suo ruolo di buon pastore ad immagine del ”Pastore supremo delle pecore” che è Cristo. La cosa importante che è detta è che Dio guida, santifica, ammaestra, nutre mediante altri uomini: coloro che si assidono sulla sede, sono “maestri e servitori della verità” e sono stati scelti e “intronizzati” da Lui. Essi agiscono in persona Christi capitis et magistris, capo e maestro. La sede infatti trova fondamento biblico nel “trono” di cui parla l’Apocalisse sul quale non si asside un tiranno ma l’Agnello immolato per l’umanità. Quale contraddizione: sul Trono siede un uomo sacrificato! Pertanto il sacerdote si asside su quel seggio non per comandare ma per servire il suo popolo. Riassumendo, possiamo quindi dire che la sede presidenziale è: 1. Il luogo del servizio: “il più grande è colui che serve” dice Gesù. 2. Il luogo della carità: raccontano i Padri della Chiesa che nelle prime assemblee il vescovo si alzava se entrava nell’assemblea un povero o un forestiero e lo faceva sedere al suo posto. 3. Il luogo delle vocazioni: tante chiese non hanno chi si siede su quel seggio; esistono infatti le cosiddette “celebrazioni in assenza di presbitero” lì dove non ci sono sacerdoti a sufficienza; guardare alla sede ci spinge quindi a chiedere al Signore il dono di sacerdoti santi. 4. Infine la sede è un luogo escatologico: quando il Signore verrà tutte le sedi presidenziali saranno vuote, mentre ora sono occupate dai Suoi sacerdoti. Quando Egli tornerà, Egli stesso “si siederà sul trono e farà nuove tutte le cose” (cf Ap 21,5).

                                                                                                                                                                                                                                          P. Pasquale

 

 

 

 

Tags: , ,

 

 

 

 

 

 

 

“NOI NON TI LASCEREMO MAI PIU’!”

 

 

 

Carissimi amici,

festeggiamo oggi la Madonna del Rosario, chiamata anche S. Maria delle Vittorie perché la festa fu istituita dal Papa S.Pio V a ricordo della vittoria di Lepanto (7.10.1571), attribuita alla preghiera del Rosario che tutto il popolo cristiano aveva innalzato a Maria. Anche noi oggi dobbiamo credere alla potenza del Rosario, definita dai Santi l’arma della pace. Nella Supplica che oggi innalziamo alla Madonna di Pompei, il Rosario è chiamato: “catena dolce che ci rannodi a Dio, vincolo d’amore che ci unisci agli Angeli, torre di salvezza negli assalti dell’inferno, porto sicuro nel comune naufragio”. Ad esso la Chiesa affida le ansie degli uomini: “noi non ti lasceremo mai più! Tu ci sarai conforto nell’ora di agonia, a te l’ultimo bacio della vita che si spegne”. Il Rosario è una “catena” che anziché stringerci in schiavitù, “scioglie i nodi”: i grani della corona che passano tra le nostre dita, spesso penetrano nella nostra carne come lame affilate, scrutano i nostri dolori, raccolgono le nostre gratitudini, fino all’estremo momento al quale ci affidiamo per 50 volte ad ogni Rosario che recitiamo: “ora e nell’ora della nostra morte”. Ma anche dopo la morte…quando i nostri corpi senza vita in attesa della risurrezione, si portano nella tomba la corona del Rosario intrecciata tra le mani. Con quel segno tenero di fede ci presenteremo un giorno, “trasfigurati nella nostra carne mortale”, dinanzi al Giudice che ci riconoscerà figli della Madre. Oggi la Madonna in particolare ci chiede di donare un’ora di adorazione al Figlio presente nel SS. Sacramento, per l’adorazione perpetua che partirà il prossimo 21 ottobre e che in questa settimana di missione abbiamo sperimentato. Vi prego: offrite un’ora a Gesù! Che Egli non dica a noi come agli apostoli: “non siete riusciti a vegliare un’ora sola con me?!”. Se non lo avete ancora fatto compilate il foglietto e consegnatelo a me. La parola che noi oggi diciamo al Rosario – “noi non ti lasceremo mai più” – la diciamo soprattutto a Gesù nell’Eucaristia: in questa chiesa noi non ti lasceremo mai più da solo, ma sempre staremo con Te! In questo mese del Rosario, come ci ha chiesto il Papa, concludiamo la preghiera del Rosario con le suppliche alla Madonna e a S. Michele Arcangelo, perché proteggano la Chiesa dal grande tentatore. Teniamo stretta tra le mani la corona; così facendo – diceva Madre Teresa – “mi sembrerà di tenere sempre stretta la mano della Madonna nella mia”. Buona domenica.

       Il vostro Parroco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

☼    Giornata del ciclamino

La nostra Parrocchia aderisce in questa domenica alla “Giornata del ciclamino” per sensibilizzare e raccogliere fondi per una delle malattie rare poco conosciute che è la “sclerodermia” o “sclerosi sistemica”. Oltre alla possibilità di prendere un ciclamino per contribuire, si può soprattutto essere informati sui sintomi e sulle possibilità di cure. Partecipiamo con generosità. Trovate i volontari all’uscita della chiesa. Grazie.

 

 

 

 

 

☼    Chiusura della Missione Eucaristica

Con la Messa delle 12presieduta dal vescovo rogazionistamons. Ottavio Vitale, si chiude ufficialmente la Settimana Eucaristica e si apre la preparazione dell’Adorazione perpetua che comincerà il prossimo 21 ottobre. Ringraziamo di cuore don Pierpaolo e le missionarie laiche, Dina e le altre, che hanno lavorato con tanta generosità.

 

 

 

 

 

☼    Supplica alla Madonna di Pompei

Oggi, prima domenica di Ottobre, come da tradizione preghiamo la solenne Supplica alla Madonna di Pompei a mezzogiorno, preceduta dal S.Rosario alle ore 11.30.

 

 

 

 

 

☼     OTTOBRE: Mese del S. Rosario

Il Rosario viene pregato ogni giorno alle 9.30 nella cappellina e alle 18.15 in Chiesa; alle 18 in ricorrenze speciali (cfr. calendario). Secondo la volontà del Papa, aggiungiamo la preghiera alla Madonna e a S. Michele Arcangelo. Chi non può venire, lo preghi a casa.

 

 

 

 

 

☼    Riunione per Adorazione perpetua

Oggi, domenica 7 ottobre, tutti coloro che hanno dato l’adesione per l’Adorazione perpetua, sono invitati nella Sala S. Annibale alle 17 per una riunione organizzativa. L’Adorazione perpetua, a Dio piacendo, comincerà il 21 Ottobre, Giornata Missionaria. 

 

 

 

 

 

☼    Preghiera per i malati

Lunedì 8 ottobre dalle 18 alle 19, come ogni 2° lunedì, ci sarà l’intercessione per i malati, animata dalla S.Egidio. Portate i vostri ammalati o i loro nomi su un biglietto.

 

 

 

 

☼     Ritiro dei cresimandi

Il prossimo week end i nostri 30 cresimandi si recheranno in ritiro con i loro catechisti e P. Manhal per prepararsi alla Cresima che riceveranno il 27 ottobre. Preghiamo per loro.

 

 

 

 

 

 

☼    S.O.S. Gruppo Lazzaro

Cerchiamo ancora volontari per il “Gruppo Lazzaro” che si occupa di assistere i fratelli di strada o di cucinare per loro. Per info: AnnaMaria Chicca (349.3951967). Grazie.

 

 

 

 

 

☼   Corso prematrimoniale 2018

Si fa ancora in tempo ad iscriversi al Corso per fidanzati che si apre il prossimo 16  ottobre. Per le iscrizioni e le informazioni, rivolgersi ad uno dei sacerdoti.

 

 

 

 

Per vivere  l’Anno Eucaristico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5/ Ed ora?

Dopo la Settimana

Eucaristica?

 

 

 

 

Carissimi fratelli e sorelle parrocchiani, questa Settimana di Missione Eucaristica è stata bellissima …. almeno per me. Ho riscoperto la gioia e lo stupore di stare dinanzi a questo grande mistero che è un Dio vivo e palpitante, presente nella materia più umile e povera. Si è risvegliata in me la gioia della Presenza: l’unica che può dare senso e speranza a tutte le altre assenze. Ho potuto constatare in questi giorni anche la vostra gioia, la vostra fede e la vostra generosità: me lo hanno confermato anche i missionari, don Pierpaolo, Dina e le altre. E poi l’altra sera a Re di Roma?! Che dirvi?! Io ero al settimo cielo. Non vi sto dicendo queste cose per dirvi quanto sono bravo….ma per condividervi che questa Settimana mi ha reso felice e se ha reso felice me, credo abbia reso felice tanti. Questo è il frutto principale dell’adorazione eucaristica: la gioia che nasce dalla pace del cuore. Ho visto tanti miracoli in questa Settimana. Non potrò mai dimenticare, anzi lo porto stretto nel cuore, il volto e la voce di quel ragazzo che l’altra notte, passando per caso di qua (doveva fare un’altra strada ma neanche lui sa perché ha fatto questa), si è imbattuto nell’adorazione perpetua ed è “ritornato alla Casa del Padre”, si è riconciliato con se stesso e con Dio, dopo aver fatto qualcosa di molto brutto. Il Signore lo ha portato qui, ma anche altri eventi potrebbero essere raccontati. E siccome “il ferro va battuto finchè è caldo”, noi ci prenderemo solo due settimane per allestire ed organizzare questa grande macchina dell’Adorazione perpetua. A Dio piacendo, essa partirà il prossimo 21 ottobre, Giornata missionaria mondiale, proprio per insegnarci che la missione inizia qui!….nel cuore stesso di Dio presente nel Santissimo Sacramento. Oggi, domenica 7 ottobre, faremo una riunione organizzativa di tutti i 130 aderenti all’Adorazione, alle 17 nella sala S.Annibale, ma poi sarete contattati personalmente per far partire questa “macchina meravigliosa”. Se solo 7 giorni hanno potuto portare tanti frutti, cosa porterà un’adorazione che sia per sempre!? Io mi sento di ringraziare tutti voi, dopo il Signore; voi popolo di questa Parrocchia che dopo 12 anni qui, non ho problemi a definire veramente generoso, in tutti i sensi. Siatelo sempre più con Gesù: regalategli ciò che di più bello avete – il vostro tempo – e Lui vi regalerà l’eternità già qui su questa terra.

Si!…perchè dal 21 ottobre, l’infinito comicia qui…

P. Pasquale

 

 

 

 

Tags: , , ,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“VITA MILITIA EST!”

 

 

Carissimi amici,

durante la conferenza stampa sul volo di ritorno dai Paesi Baltici, ad una domanda di una giornalista sull’uso delle armi e degli eserciti, il Papa ha risposto così: Credo che per difendere un Paese, ci voglia un ragionevole e non aggressivo esercito di difesa, perché questo fa onore; come è lecito avere la chiave della porta di casa”. Mi ha molto colpito la risposta del Papa che sebbene ripudi sempre la guerra, come è dottrina della Chiesa, è molto realista e ragionevole riguardo al tema della difesa di un popolo e considera lecito per uno Stato avere un esercito. Esso però non sia aggressivo – dice il Papa – cioè non vada a fare guerra ad altri gratuitamente. Lo ha paragonato alla chiave di casa che ci permette di custodire la nostra dimora dall’assalto dei ladri. Mi è piaciuta molto questa risposta, perché finalmente sgombra la mente da ogni forma di pacifismo molle e inutile. I cristiani non sono dei pacifisti ma dei pacifici, non sono degli illusi che gridano “peace and love” ma degli operatori di pace che sanno che la pace comincia dal cuore. Per questo la Chiesa, sulla scia di Giobbe che affermava: vita militia est super terram” (cf Gb 7,1), ha sempre interpretato la vita cristiana come un combattimento, e definito Se Stessa come “militante”. Ma per combattere ci vogliono le armi. Lo dice chiaramente S. Paolo: Rivestitevi dell’armatura di Dio: ai fianchi la verità, addosso la corazza della giustizia, come calzari lo zelo; in mano lo scudo della fede e la spada dello Spirito, in capo l’elmo della salvezza” (Ef 6,11-18). Sembra la descrizione di S. Michele Arcangelo che in questi giorni risplende dinanzi ai nostri occhi in questa piccola statua e al quale ho consacrato l’intera Comunità. Egli è il “soldato” di Dio per eccellenza, che difende il Suo Onore e il Suo Amore da chi gratuitamente lo aggredisce, non perché Dio non sappia difendersi ma perché è lo stesso Michele a volerlo come atto di amore per il suo Signore. Egli ripete ancora a noi oggi la domanda posta nel suo nome: Mikha’el che in ebraico vuol dire “chi è come Dio?!”. Il suo carisma è giustizia e amore insieme. La giustizia rappresentata dalla bilancia che a volte tiene in mano; l’amore dalla spada con cui configge il Maligno. Dalla risposta alla domanda contenuta nel suo nome, dipende la nostra vita. Ritengo una grazia immensa essere nato nel giorno della sua festa. Mi ha sempre difeso da grossi pericoli dell’anima e sono certo che continuerà a farlo. W il principe delle milizie celesti! Buona settimana di missione!      

  Il vostro Parroco

 

 

 

 

 

 

 

 

DAL 1° AL 6 OTTOBRE, OGNI GIORNO

 

 

– SS. Messe con catechesi eucaristiche ore 8.00-9.00-19.00 (Lodi 7.45)

– Adorazione continua: 9.30 – 19.00 / 21 – 22 (Vespri 18.30)

– Possibilità della Confessione per tutta la giornata

– Animano la Missione: don PierPaolo Cilla e laici del Movimento Eucaristico.

 

 

 

 

 

 

LUNEDÌ 1 OTTOBRE EUCARISTIA E VITA CONSACRATA

 

17.30 Bambini Catechesi

18.00 Suore di Madre Teresa

19.00 S. Messa per i consacrati e rinnovazione dei voti

21.00 Veglia animata dalle Figlie del Divino Zelo

 

 

 

 

 

 

MARTEDÌ 2 OTTOBRE EUCARISTIA E FAMIGLIA

 

17.30 Bambini Catechesi

19.00 S. Messa per nonni e benedizione anziani                               

21.00 Veglia animata dalle famiglie e dai catechisti

 

 

 

 

 

 

MERCOLEDÌ 3 OTTOBRE EUCARISTIA E SERVIZIO

 

17.00 Incontro Ministranti

19.00 S. Messa per animatori della Liturgia

20.00 Incontro con i ministri straordinari 

21.00 Veglia animata dal Cammino N.C.

 

 

 

 

 

 

 

GIOVEDÌ 4 OTTOBRE EUCARISTIA E POVERI

 

12.30 Adorazione e pranzo con i poveri 

19.00 S. Messa per i volontari Caritas

21-24 “Una luce nella notte”: Evangelizzazione e Adorazione a Re di Roma

 

 

 

 

 

 

 

VENERDÌ 5 OTTOBRE EUCARISTIA E SOFFERENZA

 

10-12 Visita agli ammalati nelle case

15.00 Coroncina della Divina Misericordia

18.00 Liturgia penitenziale

19.00 S. Messa per gli ammalati e Unzione infermi

21.00 Veglia animata dalla Comunità di S. Egidio

 

 

 

 

 

 

SABATO 6 OTTOBRE EUCARISTIA E VOCAZIONE

 

19.00 S. Messa per i giovani

20.00 Processione Eucaristica

21.00 Adorazione per tutta la notte

 

 

 

 

 

 

DOMENICA 7 OTTOBRE EUCARISTIA E MARIA

 

12.15 S. Messa di chiusura della Missione

17.00 Incontro volontari Adorazione

 

 

 

 

 

Per vivere  l’Anno Eucaristico

 

 

 

 

4/ Adorazione ed Evangelizzazione

 a piazza dei Re di Roma

Giovedì 4 ottobre 2018 dalle 21 alle 24

 

 

 

 

 

 

 

Sarà l’evento più forte di questa Settimana di Missione Eucaristica! Ho provveduto a chiedere i permessi alle autorità, sperando che tutto ci sia concesso. Porteremo l’Eucaristia in una piazza vicino alla nostra Parrocchia e che per metà appartiene al nostro territorio parrocchiale. Su questa piazza di giorno si radunano anziani e bambini; di notte spesso sono giovani e adolescenti che lì si fanno del male. Lo sanno tutti che i minori in quel posto “si fanno” come dice il gergo giovanile, o si stordiscono con l’alcool (basta vedere le bottiglie disseminate) o si vendono per pochi soldi. Un abbrutimento già denunciato anche da qualche bravo sacerdote di frontiera che a Roma si occupa del disagio giovanile per le strade, tanto da definirlo “ospedale da campo”, con le parole di Francesco. Questa è dunque una “periferia” vicina alla nostra Parrocchia: una di quelle “periferie” di cui parla il Papa, perché “periferia” è il cuore dell’uomo lontano da Dio e non solo un luogo geografico. Perciò sull’esempio del nostro Patrono Sant’Annibale, ho pensato di portare l’Eucaristia in quel luogo e nell’ora in cui si radunano i giovani. Monteremo un gazebo, allestiremo il trono per il Signore e ci alterneremo nell’adorazione, ma gruppi giovanili che ho contattato, mentre altri pregheranno, cercheranno di incontrare i giovani e di portarli al Signore. Non so sinceramente come andrà. E’ un’ispirazione che ho sentito forte dentro perché sia Gesù stesso ad evangelizzare il nostro quartiere. Così fece Sant’Annibale, dopo anni di duro lavoro in mezzo alla periferia dei suoi poveri a Messina (un quartiere degradato chiamato Avignone). Aveva compreso che solo portando Cristo vivo e vero nell’Eucaristia in mezzo a quei poveri, sarebbe davvero cambiato qualcosa di quella terra. E così fu. Quel “pezzo di terra maledetta” come la chiamavano i messinesi, divenne un giardino fiorito di riscatto e di redenzione. Credo che la riuscita di questa evangelizzazione dipenda dal desiderio di cercare solo la gloria di Dio e non la nostra e spero che sia solo la prima di molte esperienze “in uscita”. Dobbiamo credere fermamente nella potenza dell’Eucaristia che contiene non un pezzo di pane ma il Signore dei Signori. A Lui la gloria e l’onore per sempre!

Vi aspetto tutti il 4 ottobre a Re di Roma alle ore 21.

P. Pasquale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: , ,

 

 

 

 

 

 

Vi mettiamo la locandina della settimana della Missione Eucaristica!

Tags: , ,

 

 

 

 

 

 

Nell’ambito dell’Anno Eucaristico Parrocchiale si è deciso di dedicare una settimana alla Missione Eucaristica: sarà sicuramente un momento per far incontrare tutti, vicini o lontani dalla Parrocchia, a Gesù Eucaristia.

Non si può infatti parlare di stile di vita evangelico incentrato nell’annuncio della Buona Notizia e nel comandamento nuovo dell’amore, se non è presente l’Eucaristia che è culmine e fonte della vita e della Missione della Chiesa.

In questa settimana, precisamente dal 29 settembre al 7 ottobre, cercheremo di incontrare Gesù Eucaristia e Lo porteremo anche nelle vie della nostra Parrocchia per dare modo a tutti di avvicinarsi a Lui.

Scopo di questa settimana sarà anche fra conoscere a tutti e cercare di iniziare anche nella nostra Parrocchia l’Adorazione Eucaristica perpetua, luogo in cui il rapporto diretto con Dio ci aiuta a trovare un oasi di pace nella nostra vita caotica.

Vi mettiamo qui sotto il programma e vi aspettiamo numerosi alle varie iniziative.

 

 

 

 

SABATO 29 SETTEMBRE

INIZIO DELLA MISSIONE

 

Ore 19.00 Solenne Apertura della Missione Eucaristica

Al termine: Consacrazione della Parrocchia a San Michele Arcangelo

(Per tutta la missione, sarà presente in mezzo a noi don PierPaolo Cilla)

 

 

 

 

DOMENICA 30 SETTEMBRE

INIZIO DELLA MISSIONE

SS. Messe ore 9 – 10.30 – 12 – 19 (annuncio della missione)

Ore 10.30 Inaugurazione del nuovo anno pastorale e mandato ai collaboratori

 

 

 

 

LUNEDÌ 1° OTTOBRE- S. Teresina

EUCARISTIA E VITA CONSACRATA

 

  • Messe con catechesi eucaristiche ore 8.00-9.00-19.00 (Lodi 7.45)

  • Adorazione eucaristica continua dalle 9.30 alle 19.00 (Vespri 18.30)

  • Possibilità di confessarsi per tutta la giornata.

Ore 17.00 Festa di accoglienza dei bambini sul sagrato e breve adorazione

Ore 18.00 Adorazione animata dalle Suore di Madre Teresa

Ore 19.00 S. Messa per i consacrati e rinnovazione dei voti

Ore 21.00-22.00: Veglia Eucaristica animata dalle giovani FDZ

 

 

 

 

 

 

MARTEDÌ 2 OTTOBRE – SS. Angeli custodi

EUCARISTIA E FAMIGLIA

 

  • Messe con catechesi eucaristiche ore 8.00-9.00-19.00 (Lodi 7.45)

  • Adorazione eucaristica continua dalle 9.30 alle 19.00 (Vespri 18.30)

  • Possibilità di confessarsi per tutta la giornata.

Ore 17.00 Festa di accoglienza dei bambini sul sagrato e breve adorazione

Ore 19.00 S. Messa per i nonni – benedizione degli anziani (segue momento di festa)

Ore 21.00: Veglia Eucaristica animata dalle famiglie dei ministranti e dai catechisti

 

 

 

 

 

MERCOLEDÌ 3 OTTOBRE – Transito di S.Francesco

EUCARISTIA E SERVIZIO

 

  • Messe con catechesi eucaristiche ore 8.00-9.00-19.00 (Lodi 7.45)

  • Adorazione eucaristica continua dalle 9.30 alle 19.00 (Vespri 18.30)

  • Possibilità di confessarsi per tutta la giornata.

Ore 17.00 Incontro con i ministranti e le loro famiglie

Ore 19.00 S. Messa per gli animatori della Liturgia (lettori, ministranti, cori e guide Rosario)

Ore 20.00 Incontro con i ministri straordinari della comunione

Ore 21.00: Veglia Eucaristica animata dal Cammino N.C.

 

 

 

 

GIOVEDÌ 4 OTTOBRE – S. Francesco d’Assisi

EUCARISTIA E POVERI

 

  • Messe con catechesi eucaristiche ore 8.00-9.00-19.00 (Lodi 7.45)

  • Adorazione eucaristica continua dalle 9.30 alle 19.00 (Vespri 18.30)

  • Possibilità di confessarsi per tutta la giornata.

 

Ore 12.30 Adorazione con i poveri

Ore 13.00 Pranzo con i poveri nel salone

Ore 19.00  S. Messa per i volontari della Caritas

Ore 21.00 – 24.00: “Una luce nella notte”:Evangelizzazione e Adorazione a Re di Roma

 

 

 

VENERDI’ 5 OTTOBRE – S. Faustina Kowalska

EUCARISTIA E SOFFERENZA

 

  • Messe con catechesi eucaristiche ore 8.00-9.00-19.00 (Lodi 7.45)

  • Adorazione eucaristica continua dalle 9.30 alle 19.00 (Vespri 18.30)

  • Possibilità di confessarsi per tutta la giornata.

Ore 10-12 Visita agli ammalati nelle loro case

Ore 15.00 Coroncina della Divina Misericordia

Ore 18.00 Liturgia penitenziale e confessioni

Ore 19.00 S. Messa per gli ammalati e Unzione degli infermi

Ore 21.00: Veglia Eucaristica animata dal gruppo RNS “Sangue di Gesù”

 

 

 

 

 

SABATO 6 OTTOBRE – S. Bruno

EUCARISTIA E VOCAZIONE

 

  • Messe con catechesi eucaristiche ore 8.00-9.00-19.00 (Lodi 7.45)

  • Adorazione eucaristica continua dalle 9.30 alle 19.00 (Vespri 18.30)

  • Possibilità di confessarsi per tutta la giornata.

 

Ore 19.00 S. Messa per i giovani

Ore 20.00 Processione Eucaristica

Ore 21.00: Adorazione per tutta la notte

 

 

 

 

DOMENICA 7 OTTOBRE – XXVII Domenica del Tempo Ordinario

(B.V.M. del Rosario)

 

Ore 8.30 Lodi solenni e Benedizione Eucaristica

SS. Messe ore 9 – 10.30 – 12 – 19

Ore 11.30 S. Rosario

Ore 12.00 Supplica alla Madonna di Pompei e chiusura della missione Eucaristica

Ore 17.00 Incontro con i volontari dell’Adorazione

 

 

 

 

 

Tags: , ,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“OFFERTA LUMINI…”

 

 

 

 

 

 

Carissimi amici, spesso mi diverto a vedere quale dei Santi esposti in chiesa riceve il maggior numero di lumini accesi, perché da questo si capiscono tante cose. Beh…la prima cosa che devo dirvi con molta delusione, è che il povero S. Giuseppe si classifica all’ultimo posto… ahimè! Povero padre putativo di Gesù! Al primo posto però c’è sicuramente la Madonna, ma anche il ricordo per le anime dei nostri defunti, scritti nel quadro vicino al Cristo Risorto. Forse al secondo posto, pari merito quasi con S. Antonio, è Padre Pio. Egli riceve non solo molti lumini accesi, ma anche corone del Rosario, bigliettini, piccole foto, fiori, piante….e una signora gli ha offerto anche un’antica fede nuziale che ovviamente conserva il Parroco. Vedete… quel lumino che accendete, è molto più di una preghiera; in quella piccola fiammella che arde dinanzi al “vostro Santo preferito” è racchiuso tutto di voi: il desiderio di una vita nuova, ma soprattutto le angosce e le sofferenze, le speranze e i sogni. Davanti a Padre Pio vedo persone di ogni tipo: tante ragazze, nonni e donne comuni, ma anche quei poveri che a volte entrano in chiesa ciarlieri e molestatori, si avvicinano a lui, forse per ottenerne una Provvidenza insperata. Nel lumino che accendete, c’è la vostra voce che parla, le vostre mani alzate, i vostri occhi umidi di lacrime. Il lumino acceso sta lì al posto vostro per pregare e sperare, come la lampada del Santissimo che anche quando la chiesa è vuota, continua a portare verso il tabernacolo il sospiro di un’adorazione. Non è devozionismo, né superstizione quella di accendere una luce, anzi è la forma primordiale di preghiera. Se entrate di notte in chiesa, vedrete uno spettacolo di luci fascinoso, quasi un brillare di stelle che ti riscalda il cuore. Quelle piccole fiammelle in preghiera sono lì a dirti: dormi tranquillo, il Signore veglia su di te! Questa domenica abbiamo messo dinanzi a Padre Pio nel giorno della sua festa, intronizzato all’altare, una lumiera molto grande, sapendo quanti sofferenti nel corpo e nell’anima si rivolgeranno a lui per deporre il cuore e le suppliche. So già che sarà tutto pieno di luci sotto la sua statua; i lumini che accenderete ci ricorderanno che questo sono i Santi: stelle che brillano per noi. Buona Domenica e buona festa di P.Pio!

 Il vostro Parroco

 

 

 

 

 

 

 

 

☼    Domenica 23 settembre: Padre Pio

Sebbene oggi sia domenica, ricordiamo Padre Pio nel giorno della sua festa. Stasera alle 18: Rosario di P. Pio per i sofferenti. Alle Messe: bacio della reliquia; un pezzo di fazzoletto intriso del sangue del costato: dono fatto a noi dai frati di S.Giovanni Rotondo.

 

 

 

 

 

 

 

       Mercoledì 26 settembre: Beato Paolo VI

Il 26 settembre ricorre la memoria del Beato Paolo VI che visitò la nostra Parrocchia e istituì la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni: una grande immagine e una lapide lo ricordano. Alle 19 ne faremo un ricordo speciale durante la Messa.

 

 

 

 

 

 

   Sabato 29 settembre: San Michele Arcangelo

Sabato 29 settembre, al termine della Messa delle 19 il Parroco compirà una consacrazione solenne dell’intera Parrocchia a San Michele Arcangelo, difensore dal Maligno, perché liberi e protegga sempre la nostra comunità. Uniamoci tutti in preghiera.

 

 

 

 

 

 

☼   Sabato 29 settembre: INIZIO DELLA MISSIONE EUCARISTICA

Come vi è stato già annunziato, sabato prossimo, 29 settembre, con la Messa delle 19 inizieremo la Missione Eucaristica che durerà una settimana. Sarà presente in mezzo a noi il predicatore don PierPaolo Cilla. La settimana è un momento forte di ripartenza eucaristica per tutta la nostra comunità. Sarà ricca di eventi e l’occasione per far nascere se il Signore vorrà, l’esperienza dell’Adorazione perpetua. Vi sarà distribuito il programma da portare anche ad altri; ne trovate un sunto anche qui sotto. 

 

 

 

 

 

Domenica 30 settembre: INIZIO DELL’ANNO PASTORALE

D.ca prossima alle 10.30 inaugureremo il nuovo anno pastorale e daremo il mandato a tutti i collaboratori parrocchiali: catechisti, volontari Caritas e animatori liturgici.

 

 

 

 

 

 

CERCHIAMO VOLONTARI PER IL GRUPPO LAZZARO”

Cerchiamo con urgenza, volontari per il “Gruppo Lazzaro” che si occupa di assistere i fratelli di strada. Per info, fare riferimento ad AnnaMaria Chicca (349.3951967). Grazie!

 

 

 

 

 

CORSO PREMATRIMONIALE

Sono aperte le iscrizioni al prossimo Corso per fidanzati che si apre il prossimo 16 ottobre. Per le iscrizioni e le informazioni, rivolgersi ad uno dei sacerdoti.

 

 

 

 

 

 

 

  CATECHISMO

Sono aperte fino al 30 settembre, le iscrizioni per il Catechismo dei fanciulli: tutti i giorni dalle 16.30 alle 19.30 e la domenica dopo la Messa delle 10.30 nella Sala S. Annibale.

 

 

 

 

 

Per vivere  l’Anno Eucaristico

 

 

 

 

 

 

 

 

3/ La missione

Eucaristica

 

 

 

 

 

 

29 settembre – 7 ottobre 2018

Cari fratelli, la Missione Eucaristica è un momento forte di fede e di conversione intorno all’Eucaristia. Il Signore passa qui oggi per te!…fa’ che non passi invano! L’Eucaristia è il cuore pulsante della Chiesa: è il vero e più straordinario miracolo di amore. Di seguito troverai solo lo schema della Missione: il programma dettagliato ti verrà distribuito e lo troverai affisso. Ogni giorno ci sarà l’adorazione continua dalle 9.30 alle 19, la catechesi e la possibilità di confessarsi. Inizieremo sabato 29 settembre alle 19 e l’indomani alle 10.30 inaugureremo l’anno pastorale. Troverai nel programma momenti molto forti: spero che Gesù possa contare anche su di te. Ricordati: dal tuo rapporto con l’Eucaristia dipende la tua vita. Vieni e vedi!

 

 

 

 

 

Lunedì 1° Ottobre: Eucaristia e Vita consacrata

 

17.30 Bambini – 18.00 Suore di Madre Teresa – 21.00 Figlie del Divino Zelo

19.00 S. Messa per i consacrati e rinnovazione della Consacrazione

 

 

 

Martedì 2 Ottobre: Eucaristia e famiglia

 

17.30 Bambini – 21.00 Famiglie e catechisti

19.00 S. Messa per i nonni e benedizione degli anziani (segue convivialità)

 

 

 

 

Mercoledì 3 Ottobre: Eucaristia e servizio

 

17.00 Ministranti – 20.00 Incontro con i ministri straordinari – 21.00 Cammino

19.00 S.Messa per gli animatori della Liturgia

 

 

 

 

Giovedì 4 Ottobre: Eucaristia e poveri

12.30 Adorazione con i poveri – 13.00 Pranzo con i poveri

19.00 S. Messa per i volontari della Caritas – 21-24 Adorazione a Re di Roma

 

 

 

 

Venerdì 5 Ottobre: Eucaristia e sofferenza

 

10-12 Visita agli ammalati – 15.00 Coroncina della Divina Misericordia

18.00 Liturgia penitenziale – 21.00 Rinnovamento

19.00 S. Messa per gli ammalati e sacramento dell’Unzione

 

 

 

 

Sabato 6 Ottobre: Eucaristia e vocazione

 

19.00 S. Messa per i giovani – 20.00 Processione Euc. – 21.00 Adorazione per tutta la notte

 

 

 

 

Domenica 7 Ottobre: Eucaristia e Maria

 

8.30 Lodi solenni e Benedizione Eucaristica

11.30 Rosario – 12.00 Supplica alla Madonna di Pompei e chiusura della Missione

17.00 Incontro con i volontari dell’Adorazione

 

 

 

 

Tags: , ,

 

 

 

SI’… MA DOVE?

 

 

 

Carissimi fratelli, vi annuncio con gioia che nella prossima prima settimana di ottobre, saremo tutti coinvolti in una “Missione Eucaristica” che ci farà riscoprire il tesoro dell’Eucaristia messa nelle nostre mani. Come vi scrivevo già nel primo bollettino, ci stiamo inoltrando a pieni polmoni nel nostro Anno Eucaristico che non vuole essere solo un anno celebrativo, ma soprattutto performativo ed evangelizzante. Oggi va molto di moda parlare di “Chiesa in uscita” o di “ospedale da campo” o di “periferia”, solo perché è il linguaggio dell’attuale Pontefice. Ma che sia il linguaggio evangelico del Papa non significa che diventi automaticamente anche il linguaggio della Chiesa, solo perché pronunciamo le sue stesse parole. A volte anche noi preti ripetiamo come pappagalli queste espressioni che vanno di moda oggi, senza sapere cosa vogliamo dire con esse..sia riguardo alla nostra vita…sia riguardo alla vita degli altri. Non basta andare nelle piazze con le chitarre per dire che stiamo evangelizzando o che siamo una Chiesa in uscita: le periferie sono i cuori degli uomini, non gli spazi oltre il sagrato. Si è in uscita quando si desidera davvero che tutti scoprano la bellezza del Vangelo. Una monaca di clausura che non è mai uscita dal suo monastero è diventata Patrona delle missioni. Se confondiamo l’evangelizzazione semplicemente con l’andare per le strade, credo che potremmo restare piuttosto delusi. Evangelizzazione è innanzitutto uscire da se per incontrare l’altro, il singolo, quel singolo volto che mi trovo davanti. Dobbiamo smettere di pensare all’evangelizzazione come a un fenomeno di massa: “ad gentes” non è uno slogan populista, ma è l’indirizzo che ci porta verso ogni uomo. Personalmente sono molto allergico a tutto ciò che va di moda, in tutti gli ambiti, anche quello ecclesiale, perché rischia a volte di essere una passione effimera se non segue un cammino personale e di comunità. Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e sempredice S. Paolo. Perciò vivremo tutti insieme questa settimana di “Missione Eucaristica”: per imparare che l’evangelizzazione inizia ai piedi dell’altare. E a volte la persona che ha bisogno del nostro annuncio è forse proprio il nostro vicino di banco… in chiesa… durante la Messa della domenica.  “Intelligenti pauca”.

Buona domenica!

Il vostro Parroco

 

 

 

 

 

 

 Lunedì 17 settembre: Inizio iscrizioni al Catechismo

Dal 17 al 30 settembre, si possono iscrivere i fanciulli al Catechismo: dal lunedì al  sabato dalle 16.30 alle 19.30 nella sala Sant’Annibale e la domenica dopo la Messa delle 10.30. Le famiglie dei nuovi iscritti devono avere un colloquio previo con i sacerdoti.

 

 

 

 

 Martedì 18 settembre: Incontro col Cardinal Vicario

Martedì 18 settembre alle 19, presso la Chiesa di Ognissanti, il Cardinale Vicario, Mons. Angelo De Donatis, incontrerà tutti i fedeli laici del Settore Est, il nostro. Pertanto siete tutti invitati a partecipare, in particolare i collaboratori parrocchiali sono precettati. Ci ritroviamo col nostro Parroco alle 18.30 sul sagrato per andare insieme.

 

 

 

 

        Mercoledì 19 settembre: Consiglio pastorale

Mercoledì 19 settembre alle ore 20,00 è convocato il Consiglio pastorale nella Sala Sant’Annibale per la progettazione del nuovo anno pastorale. Tutti i membri sono invitati.

 

 

 

 

  Mercoledì 19 / Giovedì 20 settembre: Riapertura Caritas

Mercoledì 19 e giovedì 20 alle 15.30 riapriranno i servizi Caritas della nostra Parrocchia: tutti i mercoledì il Centro di ascolto; il 1° e il 3° mercoledì del mese la distribuzione di pacchi alimentari; il giovedì la distribuzione di indumenti. Oltre a quanto già ricordato la settimana scorsa circa la consegna del vestiario, invitiamo anche a portare in segreteria, alimenti non deperibili ed integri per le persone che assistiamo.

 

 

 

   GRUPPO LAZZARO”

Oltre ai già citati servizi Caritas, esiste in Parrocchia anche il “gruppo Lazzaro”, nato lo scorso anno per assistere i nostri fratelli di strada. Chi vuole aderire a questa piccola missione della nostra Comunità, si può iscrivere in segreteria. Inoltre, chiediamo a tutti i parrocchiani che vogliono, di cucinare qualcosa per i poveri o di portare degli alimenti nei giorni di servizio. Per informazioni fare riferimento ad AnnaMaria Chicca (349.3951967). Grazie!

 

 

 

 

☼     CORSO PREMATRIMONIALE

Il prossimo 16 ottobre inizierà il 1° Corso prematrimoniale di questo nuovo anno pastorale. Esso si concluderà il 20 novembre. Il corso consta di 10 incontri (martedì e venerdi alle 21) tenuto da coppie e da esperti su tematiche di vita matrimoniale. I fidanzati che vogliono iscriversi, possono farlo presso il Parroco o uno dei sacerdoti.

 

 

 

 

 

 

Per vivere  l’Anno Eucaristico

 

 

 

2/ L’ambone

 

“Da questo ambone i tuoi messaggeri  

ci indichino il sentiero della vita…  

… e risuoni ai nostri orecchi 

la voce del tuo Figlio risorto.”

 

 

 

Questo un passo della preghiera di benedizione di un nuovo “Ambone”. Intanto precisiamo cosa è l’ambone e perché si chiama così. L’ambone è il luogo posto vicino all’altare, da cui si annuncia la Parola di Dio. L’originale nome è preso dal verbo greco “anabàino”  che vuol dire “salire in alto”. Non è dunque un semplice leggio, confuso fra tanti, ma un luogo elevato rispetto all’assemblea. Abbiamo traccia del primo ambone nei libri di Esdra e di Neemia, quando il popolo ricostruì il culto e il tempio grazie al santo levita e al saggio scriba. Dice il testo che “costruirono in alto una tribuna di legno e da lì Esdra proclamava il libro della Legge”  (Ne 8,4). Il fatto di salire in alto significa senza mezze misure, che ciò che si sta per annunciare a chiunque si trova sotto ad ascoltare, è sicuramente un grande annuncio e non una semplice confidenza. Perciò le norme liturgiche prevedono che esso sia posto in misura elevata rispetto all’assemblea che ascolta. La grande notizia che dall’ambone sempre si annuncia è che “Cristo è risorto!” Perciò fin dall’inizio i Padri della Chiesa definirono l’ambone come il luogo della risurrezione, il segno di quella tomba vuota dalla quale l’angelo annunciò la buona novella. La pietra dell’ambone è la “pietra rovesciata del sepolcro” e il diacono che vi sale sopra a proclamare il Vangelo, è l’angelo che annuncia che Cristo è risorto. Il mio professore di spiritualità liturgica all’Anselmianum, il grande Crispino Valenziano, definiva l’ambone: “icona spaziale della Risurrezione”. Perciò, non solo il diacono e il sacerdote, ma ogni lettore autorizzato dal Parroco, che sale sull’ambone a leggere, deve essere un testimone del Risorto. Deve avere un cuore in pace e un volto in festa, ma soprattutto deve confermare con la vita, quanto annuncia con la voce. Guardatelo il nostro ambone: è bellissimo! Un albero di ulivo (che richiama gli ulivi dell’altare) germoglia da esso, come dice la preghiera di istituzione dei lettori: “la Parola germogli e fruttifichi nel cuore degli uomini”. Alla base dell’ambone vedete poi una lastra nera: essa è la pietra rovesciata del sepolcro, segno di quella risurrezione raffigurata nelle due candide pareti che la circondano. Lo stesso tema iconografico dei due luoghi  (altare e ambone) ci dice che essi sono simili, che è lo stesso Cristo che parla all’ambone e si offre sull’altare. Il Concilio ci ha ricordato che altare e ambone sono le due mense dell’Eucaristia: anche della Parola che è Cristo stesso ci nutriamo per la nostra vita.

                             (P. Pasquale)

Tags: , , , ,

 

 

 

 

 

 

CORSO PREMATRIMONIALE

 

 

Inizierà il prossimo 16 ottobre il Corso prematrimoniale per tutte le giovani coppie e per coloro che desiderano prepararsi a celebrare questo bellissimo Sacramento!

Esso avrà la durata di poco più di un mese e si concluderà il 20 novembre. Il corso consta di 10 incontri (martedì e venerdì alle h. 21) ed è tenuto da coppie e da esperti su tematiche di vita matrimoniale. Tutti coloro che desiderano iscriversi, possono farlo presso il Parroco o uno dei sacerdoti.

 

 

 

Tags: , ,