IMG-20180214-WA0050

 

INDIZIONE DELL’ANNO EUCARISTICO PARROCCHIALE

 

 

 

 

 

Fratelli e sorelle carissimi,

a circa tre mesi dall’inizio del mio ministero di Parroco, dopo aver pregato e riflettuto nel discernimento pastorale, spinto solo dalla passione di farvi gustare la bellezza dell’amore di Gesù Cristo, dopo averlo comunicato al Vescovo di settore,

VI ANNUNCIO CON GIOIA CHE INDICO SOLENNEMENTE QUESTA SERA

“L’ANNO EUCARISTICO PARROCCHIALE”.

Esso avrà inizio il prossimo Giovedì Santo, il 29 marzo 2018, alla presenza di S. E. Rev.ma mons. Giuseppe Marciante, Vescovo del Settore Est della Diocesi di Roma, e si chiuderà il 1° Luglio 2019, Festa Eucaristica dei Rogazionisti. Lo scopo di questo anno sarà unicamente quello di un profondo rinnovamento della nostra vita cristiana e per l’edificazione della Chiesa. Lo vivremo a tutti i livelli con opportune iniziative pastorali e occasioni di crescita sul fronte della Liturgia, su quello dell’annuncio e su quello della carità. Ci sforzeremo di entrare nel cuore dell’Amore di Cristo che si rinnova nel Sacrificio Eucaristico e nel memoriale della sua presenza tra noi: l’altare e il tabernacolo diverranno la nostra casa. Ma sarà anche nostra casa, la strada, dove tanti fratelli affamati attendono di essere raggiunti per essere saziati del pane della vita con l’annuncio e con gesti di misericordia. Mi piacerebbe tanto se da questo Anno Eucaristico nascesse un’opera di carità permanente della Parrocchia, perché l’Amore, quello vero, nasce solo dall’Eucaristia! Come vostro Parroco, vi chiedo dunque di accogliere con gioia, come dono che viene dall’alto, questo Anno Eucaristico che ci prepariamo ad iniziare, e tutti gli eventi e le iniziative che da esso nasceranno. Vi chiedo anche questa sera di portare questo annuncio a tutti! Il Signore ci conceda di essere uomini e donne eucaristici, capaci cioè di guardare all’Eucaristia e dinanzi ad Essa dire col salmo: “tutti là siamo nati” (Sl 86). A Cristo Signore, realmente presente nel Sacramento dell’Altare, la lode e la gloria perenne nei secoli dei secoli. Amen.

P. Pasquale Albisinni, Parroco

Mercoledì delle Ceneri, 14 febbraio 2018

 

 ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *

 

Immagine13

 

Come ormai tutti sapete e avrete visto anche dalla 1^ pag di questo Bollettino, ho indetto un “Anno Eucaristico” per la nostra Parrocchia. Prepariamoci bene ad iniziarlo nel prossimo Giovedì Santo e soprattutto a viverlo bene, perchè da esso possa nascere un cammino di santità e di gioia vera per tutti noi!

 

————————————

 

 

Ho inoltre preparato per tutta la Comunità, anche un nutrito e ricco programma Quaresimale perchè possiamo arricchirci spiritualmente e culturalmente e giungere profondamente rinnovati alle feste pasquali. Chi ancora non lo avesse fatto, può prendere il depliant del programma che trovate in fondo alla Chiesa. IN QUESTE DOMENICHE DI QUARESIMA IN 4^ PG DI QUESTO BOLLETTINO, METTEREMO GLI APPUNTAMENTI QUARESIMALI DELLA SETTIMANA: DATECI UN OCCHIO! In ogni caso, tutte le info e le notizie le trovate anche sul nostro sito parrocchiale: www.santiantonioeannibalemaria.it Buona Quaresima!

———————————

 

 

Dal Programma Quaresimale potrete vedere che ho pensato il cammino delle 5 domeniche di quest’anno intorno alla parola del Vangelo “L’avete fatto a me”: 5 categorie di poveri/sofferenti e coloro che li aiutano; è un dono che ci aiuterà a dilatare il nostro cuore alla compassione verso il prossimo. Accogliamo con spirito di fede le testimonianze e le iniziative che ci verranno offerte. In questa prima Domenica tocca ai CARCERATI e all’associazione SEMPRE PERSONA”.

 

 

 

——————————

 

 

Come nuovo Parroco, ho nominato il nuovo Consiglio pastorale, i cui nominativi renderò noti nel prossimo Bollettino. Secondo le disposizioni diocesane, i membri sono nominati direttamente dal Parroco in rappresentanza delle varie realtà parrocchiali, e comunicati alla Parrocchia e al Vicariato. L’essere parte del Consiglio pastorale è un servizio che si rende alla Parrocchia e non un’onorificenza ai meriti o un prestigio personale, per cui vi invito ad accogliere tali nomine in spirito di servizio e di obbedienza, senza rivalità alcuna. Facciamo tutto in comunione, altrimenti tutto non sarà opera di Dio! Grazie!

 

 

 

—————————————

 

Il 21 febbraio alle 19,30 è convocato per la 1^ volta nella  Sala S. Annibale, il Consiglio pastorale.

 

 

 Il 22 febbraio (come ogni anno nel mese della vita consacrata) alle 18,30 nella Parrocchia di Circonvallazione Appia c’è la Messa per tutti i consacrati della nostra Prefettura; seguirà la cena. Invito i religiosi della nostra Parrocchia a partecipare.

 

  Giovedì 22 febbraio alle ore 20 nella sala Sant’ Annibale, inizia il Corso di Cresima per adulti: potete ancora iscrivervi. Si terrà ogni giovedì alle 20,00 fino al 26 aprile.

 

 ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *

 

 

 

 

 

 

Immagine4

 

 

 

DOMENICA 18 FEBBRAIO

1^ domenica di Quaresima

I carcerati (Associazione “Sempre persona”)

Testimonianza in tutte le Messe

 ore 10,30: Consegna S. Scrittura ai Cresimandi di 1°anno

 

———————————

 

VENERDI’ 23 FEBBRAIO

2° venerdì di Quaresima 

9,30-12,00 Adorazione Eucaristica nella Cappellina e Confessioni

12,00 Ora Sesta e Benedizione Eucaristica

   (Segue lettura spirituale con i Padri della Comunità religiosa)

 

17,00 1^ Via Crucis

ore 19,45 (in chiesa)

Conferenza: “Le cause mediche della morte di Gesù

(prof. A. Ciammaichella e prof. C. Simili, primari medici)

 

 21,00 2^ Via Crucis

 

 

————————————

 

SABATO 24 FEBBRAIO

Giornata per i cristiani perseguitati

17,00 Incontro-testimonianza per tutti nella Sala Sant’Annibale,

con don Ihab Alrachid, sacerdote perseguitato della Siria

18,00 Adorazione eucaristica per i cristiani perseguitati

 

 

————————————

 

 

DOMENICA 25 FEBBRAIO

2^ domenica di Quaresima

I cristiani perseguitati (Associazione “Aiuto alla Chiesa che soffre”)

Testimonianza in tutte le Messe

 

Quaresima_croce_2

Tags: , , ,

 

IMG-20180214-WA0050

 

 

INDIZIONE DELL’ANNO EUCARISTICO

PER LA PARROCCHIA DEI SS. ANTONIO E ANNIBALE MARIA – ROMA

È stato indetto per la nostra Parrocchia un Anno Santo Eucaristico! Ne ha dato l’annuncio il Parroco, Padre Pasquale, durante la Messa solenne delle h. 19,00 del Mercoledì delle Ceneri.

Sarà un’occasione per tutti per incontrare e conoscere meglio il Signore in questo tempo particolare di riflessione e di preghiera.

Mettiamo, sotto, l’annuncio dato dal Parroco perché arrivi a tutte le famiglie e a tutti i parrocchiani.

 

 

 

 

Fratelli e sorelle carissimi,

a circa tre mesi dall’inizio del mio ministero di Parroco,

dopo aver pregato e riflettuto nel discernimento pastorale,

spinto solo dalla passione di farvi gustare la bellezza dell’amore di Gesù Cristo,

dopo averlo comunicato al Vescovo di settore,

VI ANNUNCIO CON GIOIA

CHE INDICO SOLENNEMENTE QUESTA SERA

“L’ANNO EUCARISTICO PARROCCHIALE”.

Esso avrà inizio il prossimo Giovedì Santo, il 29 marzo 2018,

alla presenza di S. E. Rev.ma mons. Giuseppe Marciante,

Vescovo del Settore Est della Diocesi di Roma,

e si chiuderà il 1° Luglio 2019,

Festa Eucaristica dei Rogazionisti.

Lo scopo di questo anno sarà unicamente quello di un profondo rinnovamento

della nostra vita cristiana e per l’edificazione della Chiesa.

Lo vivremo a tutti i livelli con opportune iniziative pastorali e occasioni di crescita

sul fronte della Liturgia, su quello dell’annuncio e su quello della carità.

Ci sforzeremo di entrare nel cuore dell’Amore di Cristo che si rinnova nel

Sacrificio Eucaristico e nel memoriale della sua presenza tra noi:

l’altare e il tabernacolo diverranno la nostra casa.

Ma sarà anche nostra casa, la strada, dove tanti fratelli affamati

attendono di essere raggiunti per essere saziati del pane della vita

con l’annuncio e con gesti di misericordia.

Mi piacerebbe tanto se da questo Anno Eucaristico

nascesse un’opera di carità permanente della Parrocchia,

perché l’Amore, quello vero, nasce solo dall’Eucaristia!

Come vostro Parroco, vi chiedo dunque di accogliere con gioia,

come dono che viene dall’alto, questo Anno Eucaristico

che ci prepariamo ad iniziare, e tutti gli eventi e le iniziative che da esso nasceranno.

Vi chiedo anche questa sera di portare questo annuncio a tutti!

Il Signore ci conceda di essere uomini e donne eucaristici,

capaci cioè di guardare all’Eucaristia e dinanzi ad Essa dire col salmo:

“tutti là siamo nati” (Sl 86).

A Cristo Signore,

realmente presente nel Sacramento dell’Altare,

la lode e la gloria perenne nei secoli dei secoli.

Amen.

 

  1. Pasquale Albisinni, Parroco

Mercoledì delle Ceneri, 14 febbraio 2018

Tags: , ,

 

 

 

 

IMG-20180215-WA0011

Il prossimo 16 febbraio prende il via una delle tante iniziative quaresimali: I Venerdì di Quaresima.

Il primo degli eventi speciali sarà “La Passione in versi e in musica” un insieme di canzoni e recitazione presentati dalla corale “Cantare Amantis est e da Simonetta Bologna che ci farà riflettere anche con la musica sulla drammaticità della Passione di Gesù Cristo.

Appuntamento è per venerdì 16 alle ore 19.30, in Chiesa, subito dopo la Messa delle h. 19.00. Interveniamo tutti!

 

 

 

Tags: , , ,

 

 

 

 

 

 

quaresima2

 

 

 

Sicuramente questa sarà una Quaresima che ricorderemo! Padre Pasquale, il nostro Parroco, ha preparato per noi, piccoli e grandi, un programma molto bello e pieno per arrivare alla Pasqua del Signore in modo appropriato.

Vi mettiamo sotto il saluto del Parroco ed il programma dettagliato!

 

 

^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^

 

Carissimi fratelli e amici parrocchiani,

vi consegno il programma della nostra Quaresima 2018. Questo è quello che vorrei umilmente offrirvi per poter gustare la gioia di appartenere totalmente al Signore.

Si…perchè la Quaresima torna ogni anno affinchè rifacciamo l’alleanza col Signore, quell’alleanza che ci riporta al primo innamoramento, a quando lo abbiamo conosciuto, a quando ci ha fatto sentire così speciali perché amati.

Vorrei tanto come vostro Parroco vedervi felici di appartenere al Signore, felici di condividere questa appartenenza nella Chiesa, cioè nella nostra comunità, in tutti i momenti…in quelli di solidarietà e di impegno, in quelli di gioia e di fraternità. Per questo, spero proprio di vedervi numerosi in questi appuntamenti di Quaresima che segneranno i nostri 40 giorni nel deserto con Lui per riscoprire la gioia dell’alleanza.

 Sarà Pasqua se rifaremo questa alleanza con Lui! Non importa a quale punto del cammino siamo…se stiamo danzando intorno al vitello d’oro o se stiamo mormorando contro Dio e contro i fratelli, se siamo così assetati da pretendere acqua o così affamati da cibi tanto nauseanti. Non importa…il Signore ci aspetta per farci grazia!

Su….coraggio…dai….viviamo insieme questa Quaresima all’insegna non del muso lungo ma della gioia…la gioia di essere di Cristo…la gioia di stare nella Chiesa, la gioia di fare Pasqua con Lui. Vi aspetto numerosi non solo a tutti gli appuntamenti descritti in questo depliant, ma soprattutto nella fedeltà ai Sacramenti e alla preghiera quotidiana. molti degli eventi qui elencati sono stati anche faticosi e dispendiosi da organizzare, ma sono felice di averlo fatto: solo vi chiedo di non far andare perduta tanta grazia! Vi aspetto!

Un abbraccio, P. Pasquale

 

________________

 

 

 

MERCOLEDÌ DELLE CENERI

14 FEBBRAIO 2018

 

 

7,15   Ufficio delle letture e Lodi (nel coro)

8,00   S. Messa con imposizione Ceneri

9,00   S. Messa con imposizione Ceneri

9,30   Esposizione Eucaristica (per tutta la giornata con possibilità di confessarsi)

 

12,00  Ora Sesta

17,00  Lectio Divina col biblista don Giuseppe De Virgilio (in chiesa)

 

18,30  Vespri e Benedizione Eucaristica

19,00  S. Messa solenne con imposizione delle Ceneri

 

21,00  S. Messa con imposizione Ceneri (per quanti rientrano tardi dal lavoro)

 

 

 

 * * * * * * * * * * *

 

OGNI VENERDI’ DI QUARESIMA

 

07,15     Ufficio delle letture e Lodi   (in cappella)

 

09,30 Esposizione Eucaristica* (fino a mezzogiorno con possibilità di confessarsi)

 

12,00    Ora Sesta             Benedizione Eucaristica

17,00    1^ Via Crucis

18,15       Rosario

18,40        Vespri

21,00    2^ Via Crucis

* Durante la Quaresima l’adorazione si tiene il venerdi mattina e non il giovedì pomeriggio

 

_______________________

I VENERDI’ DI QUARESIMA

 

EVENTI SPECIALI

 

 

 

 

16 febbraio 2018 – ore 19,30

La Passione in versi e in musica

                               (testi e canti: Corale – Simonetta Bologna)

 

 

23 febbraio 2018 – ore 19,30

Conferenza

“Le cause mediche della morte di Gesù”

                               (prof. A. Ciammaichella, medico chirurgo)

 

 

2 marzo 2018 – ore 19,30

Conferenza

“La Sindone”

                              (sindonologo: don Domenico Repice)

 

 

 

9 marzo 2018 – ore 19,30

Testimonianza-incontro di fede con Claudia Koll

 

 

 

16 marzo 2018 – ore 20,00

Spettacolo “Io, P. Pio da Pietrelcina”

                             (attore e regista fiction: Riccardo Leonelli)

 

 

 

23 marzo 2018 ore 20,00

Processione del Crocifisso

                                   (per le vie del Quartiere)

 

* Gli eventi si tengono tutti in chiesa dopo la Messa.

 

 

 ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^

 

“LE NOSTRE DOMENICHE

DI QUARESIMA”

 

“L’avete fatto a me…”

(Mt 25,40)

 Ogni domenica di Quaresima sarà dedicata alla conoscenza  di una categoria di sofferenti, affinchè impariamo la compassione  verso tutti…

 

 

 

1^ domenica: 18 febbraio 2018

I carcerati

                                       (Associazione “Sempre persona”)

 

2^ domenica: 25 febbraio 2018

I cristiani perseguitati

                                      (Associazione “Aiuto alla Chiesa che soffre”)

 

3^ domenica: 4 marzo 2018

I piccoli del mondo

                       (Giornata missionaria rogazionista)

 

4^ domenica: 11 marzo 2018

Gli emarginati

                       (“operadongiustino” – don Antonio Coluccia)

 

5^ domenica: 18 marzo 2018

I senza dimora

                         (Comunità di S. Egidio)

 

 

 

* Ogni domenica ascolteremo le testimonianze di coloro che soffrono e di quanti si donano per loro…

 

 

 

 ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *

“Santa Messa dei fanciulli”

 

 

1^ di Quaresima (18 febbraio) ore 10,30:

Consegna S. Scrittura Cresimandi 1°anno

 

2^ di Quaresima (25 febbraio) ore 10,30:

Consegna Padre nostro Cresimandi 2°anno

 

3^ di Quaresima (4 marzo) ore 10,30:

1° scrutinio della catecumena Irene I.

 

4^ di Quaresima (11 marzo) ore 10,30:

2° scrutinio della catecumena Irene I.

 

5^ di Quaresima (18 marzo) ore 10,30:

Benedizione dei papà

 

 

——————————————————–

 

 

“Giornata per i cristiani perseguitati”

Sabato 24 febbraio 2018

 

17,00 Incontro di un sacerdote perseguitato della Siria con ragazzi e famiglie

 

18,00 Adorazione per i cristiani perseguitati

 

 

 

 

————————————————-

 

“24 ore per il Signore”

VENERDI’ 9 E SABATO 10 MARZO 2018:

 

seguendo l’indicazione del Papa, la chiesa sarà aperta tutto il giorno dalle 7,00 alle 22,00 per confessarsi

(ci saranno Liturgie penitenziali)

 

 

 

———————————————

 

 

 

Giornata delle famiglie”

Domenica 18 marzo 2018

 

 

11,30         Incontro con le famiglie: “Una società senza padre”, a cura di don Andrea Lonardo,  Direttore della Pastorale universitaria di Roma

 

 

 13,00      Pranzo condiviso (festeggiamo i papà)

 

 

 

 

 

BUONA QUARESIMA A TUTTI!

 

 

 

Tags: , ,

 

 

 giornata-del-malato

 

 

 

Immagine1

 

 

 

Cari Amici,

la Chiesa dedica questo giorno ai nostri fratelli ammalati, nella ricorrenza dell’apparizione della Vergine a Lourdes. Ma quale legame c’è tra le due realtà?…la Giornata mondiale del malato e la Madonna di Lourdes?…fu San Giovanni Paolo II, 26 anni fa a legare indissolubilmente le due realtà. Una così umana, così segnata dal limite della carne – la malattia – e l’altra così divina e meravigliosa, la Vergine Maria. In effetti da 160 anni (quest’anno si compiono….1858-2018), migliaia di malati da tutto il mondo si sono recati in quell’anfratto dei Pirenei per cercare un senso alla loro malattia. Forse non c’è nessun luogo sulla terra, in cui si concentrano ancora contemporaneamente tanti ammalati, come a Lourdes, neanche fossero centinaia di ospedali messi insieme. Molti vanno fiduciosi di ottenere la guarigione del loro corpo; altri vanno per essere guariti da ferite insanabili dell’anima; altri ancora per trovare forza e pace. Non a tutti è fatto lo stesso dono, ma a tutti è fatto un dono. Vorrei dire, prendendo in prestito le parole di S. Bernardo, che “non si è mai udito al mondo” che qualcuno sia andato a Lourdes e sia tornato a mani vuote. Sempre qualcosa nel cuore, qualcosa che ci ha segnati nella carne o nell’anima. E così ognuno ritrova il significato e la speranza della propria sofferenza e può ricominciare a correre, anche se resta in carrozzella. Egli dà forza allo stanco e moltiplica il vigore allo spossato. Anche i giovani faticano e si stancano, gli adulti inciampano e cadono; ma quanti sperano nel Signore riacquistano forza, mettono ali come aquile, corrono senza affannarsi, camminano senza stancarsi(Is 40,29-30). Questo è il miracolo di Lourdes! Questo è il dono che ognuno riceve ai piedi di Maria….questo è quello che ho ricevuto anch’io a Lourdes nella prima settimana di maggio del 1997, insieme a centinaia di ammalati, in cerca di un senso da dare a chi non l’ha più. Cari fratelli ammalati della nostra Parrocchia, vi abbraccio e vi benedico…e vi aspetto domani, lunedì, alle 19 alla celebrazione per voi.

P. Pasquale

 

 

* ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^

 

Vita della Parrocchia

 

 

 

Lunedì 12 febbraio*: …Festa di Lourdes e Giornata del Malato. – Programma:

Ore 18,00: Rosario meditato in onore della Madonna di Lourdes

Ore 19,00: S. Messa e sacramento dell’unzione (animata dalla Comunità di S. Egidio)

Ore 20,00: Processione “aux flambeau” e consegna del ricordino ai malati

* La celebrazione è trasferita dal giorno proprio che è oggi 11, memoria della Madonna di Lourdes e Giornata mondiale del malato, essendo Domenica. Chiediamo alle famiglie di portare alla celebrazione i propri anziani e malati, se sono in grado di venire.

 

 

Martedì 13 febbraio: …Cenone di Carnevale….

Martedì grasso alle 20,00 nel salone del 2° piano: Cenone di Carnevale per tutti i parrocchiani, per chi è solo e vuole passare una serata in compagnia. La quota di partecipazione è di 5 euro a persona. Invitiamo quindi tutti, grandi e piccoli, a partecipare!

 

 

Mercoledì 14 febbraio*: …Mercoledì delle Ceneri….- Programma:

Ore 7,15: Ufficio delle letture e Lodi mattutine

Ore 8 – 9: SS. Messe con imposizione delle Ceneri

Ore 9,30: Esposizione Eucaristica (per tutta la giornata con possibilità di confessarsi)

Ore 12,00: Preghiera dell’Ora Sesta

Ore 17,00: Lectio divina con il biblista De Virgilio (in Chiesa davanti al SS.)

Ore 18,30: Vespri e Benedizione Eucaristica

Ore 19.00: S. Messa solenne con imposizione delle Ceneri (confessori in chiesa)

Ore 21,00: S. Messa con imposizione delle Ceneri

 

 

* Il mercoledì delle Ceneri è giorno di astinenza e di digiuno. Al termine della Messa delle 19 verrà consegnato il messaggio del Parroco per questo tempo e illustrato il programma quaresimale 2018. La Messa delle 21 è pensata per quanti tornano tardi dal lavoro e desiderano le Ceneri….

 

 

Giovedì 15 febbraio 2018

 

Durante la Quaresima non c’è adorazione il giovedì, ma viene spostata alla mattinata del venerdì: 9,30-12

 

 

 

Venerdì 16 febbraio*: …Ogni Venerdì di Quaresima….- Programma:

Ore 07,15: Ufficio delle letture e Lodi mattutine

Ore 09,30:   Esposizione Eucaristica (fino alle 12 con possibilità di confessarsi)

Ore 17,00: 1^ Via Crucis

Ore 20,30: 2^ Via Crucis

 

* I venerdì di Quaresima sono rigorosamente giorni di astinenza. Ogni venerdì ci sarà un’iniziativa speciale che vi verrà comunicata col programma quaresimale il mercoledì delle Ceneri.

 

 

 

Domenica 18 febbraio: …I Domenica di Quaresima….

Ogni domenica di Quaresima sarà segnata quest’anno dalla misericordia verso una categoria di sofferenti, secondo uno schema che vi verrà distribuito nel programma quaresimale il Mercoledì delle Ceneri. Ogni Domenica quindi, incontreremo testimoni di questa sofferenza e impareremo la misericordia. La prima Domenica sono: i carcerati.

 

 

* ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^

buone notizie

Raccolgono meloni per me, io finanzio la loro scuola

 

 

              «Si può fare business senza rinunciare a fare le cose giuste». Per Bruno Francescon, 42 anni, responsabile commerciale dell’organizzazione leader in Italia nella produzione di meloni, fare la cosa giusta significa rinunciare a una parte di profitto per costruire un ambulatorio e una scuola in Africa. La sua azienda, la OP Francescon di Rodigo (Mantova), che produce 35 milioni di frutti l’anno, si autotassa per aiutare il villaggio di Tassette, nelle campagne del Senegal a 80 chilometri da Dakar, nel quale vivono i raccoglitori di meloni che, dal 2012, lavorano per la sua organizzazione di produttori, composta da sei unità produttive tra Mantova, Verona, Piacenza e la provincia di Agrigento.

Rinuncia a 5 centesimi al chilo di guadagno, e lo stesso fa Coop Italia, uno dei suoi maggiori clienti di meloni africani. Una Onlus, la fondazione Giovanni Paolo II di Firenze, è garante del progetto: segue i lavori e gestisce il denaro raccolto. Già si è costruito un centro medico con 8 posti letto, attrezzato con ecografi, incubatrici e un’ambulanza. «In questi villaggi rurali manca tutto - spiega Francescon – e con i 50 mila euro che raccogliamo ogni anno riusciamo a fare molte cose. Siamo partiti dalla sanità e dall’istruzione. A Tassette, ad esempio, non c’era un medico. Ora l’ospedale della città di Thies ne manda uno al nostro centro medico per quattro giorni la settimana».

Il prossimo progetto? «Al villaggio c’è una scuola diroccata che vogliamo riqualificare, aggiungendo i servizi igienici e quattro nuove aule, per arrivare a ospitare 300 alunni. Abbiamo già comprato tutte le attrezzature». In Senegal, i Francescon ci sono arrivati per poter rifornire i supermercati anche quando il clima italiano è troppo rigido per produrre meloni. «In febbraio, marzo e aprile – spiega Francescon – eravamo costretti a mettere in cassa integrazione le persone. Adesso una cinquantina di ragazzi si occupano della selezione dei meloni che arrivano dal Senegal». A Tassette lavorano un agronomo italiano, affiancato da un piccolo gruppo di collaboratori «pendolari» e 250 senegalesi. Che raccolgono i meloni con le stesse regole che ci sono qui: orari italiani, pausa pranzo, attenzione alla sicurezza.

(Da un articolo di Sabrina Pinardi, Il Corriere, Le buone notizie, 28 gennaio 2018)

____________________

Invia anche tu una “buona notizia” a: p.santiantonioeannibalemaria@gmail.com In mezzo ai cumuli di cattive notizie che ci soffocano, ci prenderemo ogni domenica una boccata di ossigeno…e rinascerà la speranza! Buona lettura.

melsen2

Tags: , , ,

 

 

 

 

sofi-960x404

parola del parroco

Cari Amici,

pensando alla mia mamma che mi ha lasciato da più di un mese, ho riflettuto in questi giorni a quando mi ha tenuto nel grembo: a quei nove mesi; ai tanti calci che da dentro le avrò dato; alle tante nausee che le avrò provocato (sono nato coi capelli rossi!); alle tante strette al cuore che avrà provato pensando a me; alla pancia che gonfiava; alle viti fiorite della vigna che lei guardava in campagna attendendo che maturasse il frutto (sono nato a fine settembre…). E potrei continuare ancora a perdermi in questi pensieri che mi riempiono il cuore di dolore, ma soprattutto di stupore…tanto che ripeterei col povero Giacomo “…e il naufragar m’è dolce in questo mar…”. Mamma mi raccontava che la sera prima che io nascessi, era stata in compagnia degli zii in casa, fino a oltre le 23, mangiando le noci mature di quei giorni, e nulla faceva presagire la mia nascita. Improvvisamente nel cuore della notte, sono arrivate le doglie e in un battibaleno alle 4 del mattino sono nato io: paffuto, rossiccio e sornione. Non le ho dato neanche il tempo di organizzarsi per andare in ospedale: sono nato in casa, aiutato dall’ostetrica che ogni volta mi decanta la bellezza di quel parto. Sono nato dunque in casa, adagiato nel letto accanto alla mamma, in quella stessa camera, (oggi sala da pranzo) dove abbiamo adagiato lei nel feretro in questo Natale 2017. La culla e la bara in uno stesso luogo…a raccontarmi qualcosa di nuovo in quest’anno…ad insegnarmelo forse per sempre: che ogni nascita è anche una morte, ma ogni morte è di sicuro una nascita. Ed è sempre la vita che trionfa. Così ha voluto il Creatore! Siamo nati e non moriremo mai, seppur molto di noi morirà un giorno. Me lo ha insegnato la strana nascita di Gesù di quest’anno … me lo ha insegnato quella strana “culla con le sbarre”… quella strana “mangiatoia sigillata”, in cui l’ho “vegliata”… in cui l’ho “atteso e vegliato”… quest’anno. Voglio vivere così, l’odierna Giornata della Vita … e condividerla con voi. Un abbraccio grande a tutti! W la Vita!

Pro life for ever…

P. Pasquale

 

 

 

 

^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *

Vita della Parrocchia

 

 

 

4 febbraio: Celebriamo la Giornata della vita.

- Programma

Ore 10,30: S. Messa con benedizione delle mamme in attesa

Ore 11,30: Incontro – testimonianze nella Sala Sant’Annibale *

Ore 13,00: Pranzo condiviso nel salone S. Antonio

Ore 20,30: Proiezione del film “Piuma” nella sala Sant’Annibale

* Interverranno: la D.ssa Virginia Coda Nunziante, presidente della Marcia per la Vita; gli “universitari per la vita” e una famiglia che ha accolto una nuova vita grazie al nostro aiuto.

 

 

 

5 febbraio:

il nostro parroco dal Papa! Con gioia, vi annuncio che lunedì 5 febbraio concelebrerò la S. Messa col Papa a Santa Marta. E’ un regalo che è stato fatto a noi parroci di nuova nomina dal Vicario generale, mons. Angelo De Donatis. Cari parrocchiani, vi porterò con me nella preghiera dinanzi al Vicario di Cristo. P. Pasquale

 

 

 

8 febbraio: Festa di Carnevale.

Quest’anno la festa di Carnevale sarà il giovedì grasso e non il sabato grasso, dunque giovedì 8 febbraio dalle 18,00 in poi nel salone del 2° piano. La festa è per tutti i bambini della Parrocchia, animata dalle animatrici dell’oratorio parrocchiale, le MEV, insieme a “Salvotuttishow”. Ogni famiglia deve portare qualcosa da condividere (salati, dolci e sempre una bibita). Vi aspettiamo numerosi!

 

 

9 febbraio: …”Catechisti a ritiro”!

Dal 9 all’11 febbraio prossimo, tutti i catechisti e animatori della nostra Parrocchia, accompagnati dal Parroco, vivranno una tre-giorni di formazione e fraternità presso il monastero delle Agostiniane di Pennabilli (vicino S. Marino), dove per tanti anni abbiamo portato anche i nostri ragazzi per il Camposcuola estivo. Accompagnateci in preghiera.

 

 

 

 

11 febbraio: …Giornata mensile della Carita’.

La 2^ Domenica del mese è la Giornata che la nostra Parrocchia dedica al ricordo di quanti assistiamo tramite il Centro di Ascolto e la distribuzione dei pacchi alimentari. E’ un grande aiuto, quello che ci date ogni mese, portando gli alimenti non deperibili nella Cappella di Sant’Annibale, o deponendo un’offerta in denaro nell’apposita bussola. Fatelo anche Domenica prossima…grazie!….e grazie di quanto date sempre per i poveri. La nostra Parrocchia è molto generosa da questo punto di vista. Grazie a nome dei bisognosi che aiutiamo.

 

 

 

12 febbraio*: …Festa di Lourdes e Giornata del Malato.

- Programma:

Ore 18,00: Rosario meditato in onore della Madonna di Lourdes

Ore 19,00: S.Messa e sacramento dell’unzione (animata dalla Comunità di S. Egidio)

Ore 20,00: Processione “aux flambeau” e consegna del ricordino ai malati

* La celebrazione è trasferita dal giorno proprio che è l’11, memoria della Madonna di Lourdes e Giornata mondiale del malato, essendo Domenica. Chiediamo alle famiglie di portare alla celebrazione i propri anziani e malati, se sono in grado di venire.

 

 

 

^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *

 

 

 

 

SANTA PROF!

 

 

C’è una sola persona che può continuare ad amare incondizionatamente chi le ha fatto del male e manco lo capisce. Una madre. Negli abissi della scuola italiana nuotano tante di queste sante laiche, che considerano i nostri figli come figli loro. Non vedendole, ci riduciamo a dubitare che esistano. Fino a quando un episodio di cronaca ne fa venire una a galla. Come definireste l’insegnante della provincia di Caserta capace di perdonare il ragazzo che le ha tagliato la faccia con un coltello, e di mormorare dispiaciuta «forse con lui abbiamo fallito»? Buonista no, perché il buonista afferma concetti nobili che non tradurrebbe mai in pratica, mentre la professoressa Franca Di Blasio ha trentadue punti di sutura che le brillano sul volto come una prova di coerenza e una medaglia al valore. Esaltata, allora? Forse, ma nel senso di posseduta da una missione. Chi, magari dopo averlo fatto scattare a vuoto troppe volte, si ritrova il cuore impastato di cinismo farà fatica a immaginare l’esistenza di qualcuno che crede ancora nell’utilità salvifica del proprio mestiere, al punto da vivere una coltellata come un fallimento. Quel ragazzo ha sfregiato la prof perché gli stava mettendo una nota, dopo che lui per due giorni di fila si era rifiutato di farsi interrogare, adducendo scuse da talamo coniugale: «Oggi ho mal di testa». Nemmeno adesso riesce a rendersi conto dell’enormità commessa: «Volevo soltanto farle un graffio». Soltanto un graffio voleva farle, povero caro.C’è una sola persona che può continuare ad amare incondizionatamente chi le ha fatto del male e manco lo capisce. Una madre. Negli abissi della scuola italiana nuotano tante di queste sante laiche, che considerano i nostri figli come figli loro. Non vedendole, ci riduciamo a dubitare che esistano. Fino a quando un episodio di cronaca ne fa venire una a galla.   (Corriere della Sera, “Il caffè” di Gramellini, 3 febbraio 2018)

 

 

AMORIMODERNI_134_ok

Tags: , , , , ,

IMG-20180124-WA0037

 

 

Venerdì 2 febbraio, 40 giorni dopo il Natale, celebriamo la festa della Presentazione di Gesù al Tempio, detta “Candelora”. Siamo tutti invitati alla celebrazione solenne della sera che inizierà nel Cortile interno dei Rogazionisti a via Tuscolana 169 alle ore 18.45, dove avverrà la benedizione delle candele e la processione verso la Chiesa; seguirà la S. Messa solenne. Nelle due Messe del mattino (8-9) ci sarà solo la benedizione delle candele all’inizio. Il 2 febbraio, a conclusione del Tempo di Natale, venereremo per l’ultima volta il Bambinello e il Presepe. Siamo tutti invitati! Per i bambini la celebrazione sostituirà il catechismo.

Tags: , , ,

 

 

malattie-autoimmuni-cutanee-2

parola del parroco

 

 

Cari Amici,

ci sono anche tra i poveri e i malati, quelli di serie A e quelli di serie B. Ci sono malattie che purtroppo, essendo molto prolificate, riscuotono molto successo a livello di sensibilizzazione e di ricerca ed altre ancora che nessuno conosce. Ci sono povertà “alla moda” e povertà sconosciute…e come diceva Enzo Bianchi qualche anno fa, oggi siamo più portati a vivere una carità “virtuale” verso malati e poveri che non una carità reale. Cioè, siamo capaci di fare donazioni anche generose, purchè io non tocchi la mano del povero, non ascolti il suo lamento e l’acre odore della sofferenza non disturbi il mio quotidiano. I malati e i poveri che ricordiamo oggi, in questa Giornata mondiale, forse pensavamo che esistevano solo nei libri di storia e del Vangelo. I lebbrosi: una malattia cancellata dall’OMS dall’elenco delle malattie, eppure ancora oggi, persone continuano a morire e soffrire di questa patologia che nasce in fin dei conti dalla povertà. Mi ha sempre colpito questo dato: che il mondo cancelli ufficialmente una malattia e una sofferenza quando questa scende sotto l’1% della popolazione mondiale. E tutti questi malati e poveri che fine fanno? Non è perché siano pochi, vuol dire che non soffrano e non muoiano come gli altri malati…Mi chiedo quegli 8-10 italiani che ogni anno si ammalano su più di 60 milioni di italiani, che fine fanno? Dove si curano? Chi li cura? Come vengono approcciati? Che tristezza, sapere che anche fra gli ammalati, ci sono gli ultimi. Eppure non dovrebbe essere così: ogni malato, qualsiasi essa sia la sua patologia, ha una sua dignità e un suo diritto alle cure. Già il malato è solo, interiormente, anche se circondato da persone che lo amano e provvedono a lui. Figuriamoci quando è anche solo esteriormente, perché abbandonato dalle istituzioni e dalla società! Noi siamo dalla parte degli ultimi!

   P. Pasquale

 

 

 

^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *

 

 

Vita della Parrocchia

 

 

 

 

Giornata mondiale dei malati di lebbra

Oggi, ultima Domenica di Gennaio, celebriamo la Giornata mondiale dei malati di lebbra. Saremo sensibilizzati dall’AIFO durante le SS. Messe con una testimonianza e all’uscita della Chiesa con il tradizionale “miele e riso della solidarietà”.

 

 

 

Festa del nome ss. di Gesu’

Mercoledì 31 gennaio, per noi Rogazionisti e per la nostra Parrocchia, è la festa del Nome Santissimo di Gesù: alle ore 11,30 vivremo la tradizionale annuale “Supplica di mezzogiorno” e la sera alle ore 19,00 la solenne celebrazione della S. Messa. Saranno presenti le comunità rogazioniste di Roma e noi siamo tutti invitati!

 

 

Veglia per i consacrati

Giovedì 1° febbraio, primo giovedì del mese, la consueta adorazione eucaristica serale per le vocazioni sarà sostituita da una Veglia di preghiera per i consacrati, alla vigilia della Giornata mondiale della Vita consacrata che è il 2 febbraio. L’esposizione del Santissimo Sacramento sarà direttamente alle ore 21,00 e la Veglia si prolungherà sino alle 23,00. Sono invitate tutte le comunità religiose della Parrocchia.

 

 

 

 

Candelora 2018

Venerdì 2 febbraio, 40 giorni dopo il Natale, celebriamo la festa della Presentazione di Gesù al Tempio, detta “Candelora”. Siamo tutti invitati alla celebrazione solenne della sera che inizierà nel Cortile interno dei Rogazionisti a via Tuscolana 169 alle ore 18.45, dove avverrà la benedizione delle candele e la processione verso la Chiesa; seguirà la S. Messa solenne. Nelle due Messe del mattino (8-9) ci sarà solo la benedizione delle candele all’inizio. Il 2 febbraio, a conclusione del Tempo di Natale, venereremo per l’ultima volta il Bambinello e il Presepe. Siamo tutti invitati! Per i bambini la celebrazione sostituirà il catechismo.

 

 

 

San Biagio

Sabato 3 febbraio, memoria liturgica di San Biagio, alla fine delle Messe ci sarà la tradizionale “Benedizione della gola” in onore del Santo.

 

 

 

 

Giornata della vita e delle famiglie

Domenica prossima, 1^ Domenica di febbraio, celebriamo la Giornata per la Vita e la Giornata mensile delle famiglie. Alla Messa delle 10,30 ci sarà la tradizionale benedizione delle mamme in attesa. Seguirà un incontro-testimonianza per tutte le famiglie: saranno presenti la D.ssa Virginia Nunziante, presidente della Marcia per la Vita, una mamma con bambino e gli “universitari per la Vita”. Seguirà il pranzo fraterno di tutte le famiglie nei locali del 2° piano. Alla sera, alle 20,30 nella Sala Sant’Annibale sarà trasmesso un film “provita”. Viviamo intensamente questa bellissima Giornata!

 

 

 

Immagine1

^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *

 

 

 

buone notizie

 

 

 

Cometa, la cascina comasca che accoglie i bimbi del mondo

C’è uno spazio di accoglienza, in provincia di Como, nato su impulso del fondatore di Comunione e Liberazione, don Luigi Giussani, che a fine anni 80 chiamò Erasmo Figini, stilista di tessuti per l’arredamento, chiedendogli di prendersi cura di un bimbo sieropositivo abbandonato: oggi è diventato così tante cose che è difficile definirlo in un modo solo. «Non ci siamo sviluppati seguendo un progetto organico, ma rispondendo di volta in volta a delle richieste» dice Erasmo (insieme a lui ci sono la sorella, Maria Grazia e il fratello Innocente). «Aprire la nostra casa a quel ragazzo ci ha cambiato. All’inizio è stato difficilissimo – spiega -, all’epoca la gente aveva paura e ci avevano isolati. Mi ha dato una mano solo mio fratello, che è oculista: prima dal punto di vista medico e poi su tutto il resto». Quel bimbo, che adesso ha 35 anni, è rientrato dopo qualche anno nella famiglia di origine, ma i fratelli Figini grazie all’esperienza con lui hanno deciso di fare dell’accoglienza una scelta di vita. Hanno costruito sulle colline che guardano il lago di Como una grande casa dove sono andati a vivere con le loro famiglie: i figli naturali e quelli che via via hanno preso in affido. Tutti indistintamente chiamano i genitori «mamma» e «papà». I bambini portano sul viso i tratti di tutti i continenti del mondo ed è impossibile capire chi sia figlio di chi. Nella cascina con loro adesso ci sono altre tre comunità familiari (ogni coppia può prendere in affido massimo sei bambini) unite dalla stessa fede, accanto c’è una grande scuola professionale, un bar e un ristorante gestiti dai ragazzi che fanno formazione-lavoro, una struttura per l’affido diurno. E poi ancora, in città, un centro per i bimbi con difficoltà evolutive; lo spazio per le famiglie che sostiene i genitori in difficoltà con psicologi e mediatori; la falegnameria e il centro tessile dover i ragazzi e le ragazze imparano un mestiere. Sono 130 i minori dati dai servizi sociali in affido diurno a Cometa: bimbi e ragazzi che affollano, gli stanzoni del centro. «Se c’è una cosa che questa esperienza ci ha insegnato – Dice il direttore del centro – è che anche i bimbi che hai generato non sono “tuoi”. Ti sono affidati proprio come gli altri: devi accompagnarli tutti alla vita»

(da Corriere della Sera, Le buone notizie del 27 dicembre 2017).

 

 

 

cascina_panoramica

 

Tags: , , ,

 

 

 

IMG-20180126-WA0017 IMG-20180126-WA0018 IMG-20180126-WA0019 IMG-20180126-WA0020 IMG-20180126-WA0021 IMG-20180126-WA0022 IMG-20180126-WA0023  IMG-20180126-WA0025 IMG-20180126-WA0030 IMG-20180126-WA0031 IMG-20180126-WA0032 IMG-20180126-WA0033 IMG-20180126-WA0034 IMG-20180126-WA0035IMG-20180126-WA0036 IMG-20180126-WA0037 IMG-20180126-WA0038IMG-20180126-WA0039 IMG-20180126-WA0040IMG-20180126-WA0041 IMG-20180126-WA0042 IMG-20180126-WA0043 IMG-20180126-WA0037 IMG-20180126-WA0044  IMG-20180126-WA0029IMG-20180126-WA0028 IMG-20180126-WA0027 IMG-20180126-WA0026

 

 

 

 

Nella Parrocchia dei SS. Antonio e Annibale Maria a piazza Asti si è conclusa la Settimana Ecumenica che ha visto vari eventi. Da segnalare la visita all’Abbazia greca di Grottaferrata e la celebrazione in rito siriaco che si è tenuta nella nostra Chiesa giovedì 25 gennaio, a conclusione dell’Ottavario di preghiera per l’unità dei cristiani. La celebrazione è stata presieduta da Mons. Georges Masri, procuratore del Patriarcato di Antiochia a Roma e concelebrata da don Rami Kabalan, visitatore delle comunità di rito siriaco in Europa. La S. Messa è stata trasmessa anche tramite Radio Maria araba in tutto il mondo. Suggestivi sono stati i gesti e i riti dell’Eucaristia e anche i canti animati dalle Suore Domenicane irachene. Le Suore hanno anche animato in arabo l’adorazione vocazionale che ha preceduto la Messa e che, presieduta dal Parroco, è stata offerta per l’unità dei cristiani. Erano presenti molti fedeli e confratelli della Curia Generalizia sia all’Adorazione che alla Messa. L’evento è stato anche un segno di comunione con la martoriata Siria in cui secoli fa si è originato il rito. Dopo la Messa, il Padre Generale e il Parroco si sono intrattenuti a cena con i prelati siriaci, invitati dalle Suore Irachene. L’adorazione e la Messa sono state offerte con l’intenzione di chiedere al Signore numerosi e santi apostoli dell’unità. “Che siano una cosa sola” è un comando di Gesù come il Rogate e come tale occorre obbedirvi, non solo una volta all’anno ma ogni giorno. Padre Annibale direbbe: l’unità dei cristiani è uno degli “interessi del Cuore di Gesù”.

 

Tags: ,

 

 

 

Settimana-di-preghiera-per-lunità-dei-cristiani-275x155-c-default

 

A conclusione della Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani, giovedì 25 si terranno nella nostra Parrocchia delle celebrazioni particolari e sicuramente emozionanti.

 

-   Alle ore 18.00 le nostre Suore iraqene animeranno un’Adorazione Eucaristica in arabo e subito dopo

 

-   Alle 19.00 si terrà una Celebrazione Eucaristica in rito siro-cattolico. Ha assicurato la sua presenza “Radio Maria del Medio Oriente” che trasmetterà il tutto in diretta.

 

 

Sarà una bellissima occasione per ritrovarci insieme a rivolgere al Signore la nostra preghiera per l’Unità di tutti i cristiani.

 

 

Tags: ,